Clicca e Vedi Offerta del Mese Vedi L'Offerta del Mese
Libreria Edizioni Paoline
Clicca e Vedi Offerta del Mese
Entra Il Libro Segnalato con Sconto del 10% Sconto 15% Il Libro Segnalato Coppia, Matrimonio, Famiglia, Genitori, Figli Sconto 15%
La Comunicazione nel raporto di Coppia - I Sentimenti nel Rapporto di Coppia - Matrimonio Felice - Oggi Sposi - Amarsi Corpo e Anima - In Coppia con Dio - Tra Moglie e Marito - I Colori dell'Amore - Genitori si puo' fare Nati Altrove - Storie di Adozioni Internazionali - Il Manuale del Matrimonio Felice - Il Matrimonio Sacramento dell'Amore - Sessualità matrimonio famiglia - Uomo e Donna lo Creo' - Genitori con la Patente - Imparare ad Amare - La Famiglia Imperfetta - Atratti dall'amore - Non Date Le Dimissioni - L'Amore Guarisce - La Sessualita' secondo Giovanni Paolo II - Vita Affettiva in Famiglia - La Fede Spiegata a mio Figlio - La Spiritualità Coniugale secondo Giovanni Paolo II - DI CHI È LA COLPA?

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II

Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano
E-Mail Don Michele Cuttano

CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



Croce di San Benedetto
Croce di S. Benedetto


Entra - Di chi è la colpa - comunità di caresto



Home Page

Domenica 8 maggio 2011 3° Domenica di Pasqua anno A

LETTURE: At 2,14a.22-33; Sal 15; 1 Pt 1,17-21; Lc 24,13-35

BRIDGE OVER TROUBLED WATER (UN PONTE SULLE ACQUE AGITATE)



Non so quanti di voi sanno ancora cosa significhi fare una lunga passeggiata…
Quando ero ragazzo io, spesso mi capitava recarmi in un posto e gustarmi una lunga camminata.
Invece dell’auto o del motorino si prendeva la “S & T”, che non è la sigla di una linea della metropolitana;
sono semplicemente le iniziali di “suola e tacchi” cioè, si camminava piedi.
Ricordo che fare un tragitto lungo a piedi era molto più leggero quando si era in compagnia di un amico.
Perché si parlava ed il tempo volava…
E si parlava di tutto…
di quel nuovo professore;
della nuova ragazza conosciuta che mi faceva sistematicamente innamorare;
di quello che mi sarebbe piaciuto fare nella vita.
Insomma, si parlava delle sciocchezze ma spesso anche di cose importanti.
Capita anche a i due discepoli del Vangelo di questa Domenica di camminare e chiacchierare:
“In quello stesso giorno, il primo della settimana, due dei discepoli erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, e
conversavano di tutto quello che era accaduto”.
Il loro discorso era molto serio:
Parlavano di Gesù.
Cambiare canale, non ci riguarda, vero?
A voi non capita quasi mai parlare di Gesù…
In realtà potremmo renderci conto che l’argomento trattato da questi due discepoli interessa anche noi.
L’incontro con Gesù aveva cambiato le loro esistenze;
i loro sogni;
il loro modo di comportarsi con gli amici;
il loro modo di comportarsi nel mondo;
il loro modo di rapportarsi con il denaro;
il loro modo di comportarsi con i nemici.
Avevano pensato che Gesù fosse un liberatore dai cattivi, un giustiziere contro tutti i malvagi, uno che si fa rispettare con la forza…
ed invece:
“Tutto ciò che riguarda Gesù Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i sommi sacerdoti e i nostri capi lo hanno
consegnato per farlo condannare a morte e poi l'hanno crocifisso…”
Era morto e loro scappavano da Gerusalemme per paura,
ritornavano ad essere quelli di prima,
a comportarsi come se Gesù non fosse mai esistito!
Volete dire che non capita anche a noi e al mondo d’oggi?
Quante volte sentiamo parlare che Dio è onnipotente eppure vediamo tante ingiustizie, tanti deboli che soffrono, tanti bambini che muoiono ingiustamente.
E allora dov’è Gesù?
E, come i due discepoli sulla strada di Emmaus, cominciamo a farci i “conti in tasca” e a pensare che dobbiamo esser scaltri, furbi, egoisti, prepotenti…
Altrimenti facciamo una brutta fine…
Di Gesù è meglio parlarne in Chiesa ma
… a scuola;
…a casa;
… con gli amici
Lasciamo perdere!
“Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?”
Che cosa vuol dire “Avere sofferenze per entrare nella gloria?”
Significa che la vita nella gioia non si guadagna arraffando, usando violenza, diventando il più forte o quando sei ammirato dagli altri perché hai tutto…
C’è la vita da vivere in Cristo per essere felici per sempre:
“Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero…”
Cristo ci dona la Sua vita, ci insegna che nella donazione totale di noi stessi c’è il guadagnarsi la vera vita.
Nell’Amare c’è la gioia.
Ogni morte viene sconfitta dall’amore.
Gesù si fa Cibo per noi nell’Eucarestia.
Questo percorso da Emmaus a Gerusalemme rappresenta la strada della nostra esistenza.
Per paura i discepoli scappano da Gerusalemme, dove avevano messo in croce Gesù.
La loro è una fuga di uomini solitari, senza Dio ma…
Lui non ci lascia mai soli.
Si fa nostro compagno di viaggio in ogni situazione di sofferenza e di difficoltà.
Non siamo soli neppure quando ci allontaniamo peccando.
Fateci caso, solo uno dei due discepoli ha un nome, Cleopa;
l’altro è un senza nome.
Sì, le righe del Vangelo di Emmaus ci lasciano uno “spazio vuoto”;
uno spazio vuoto lungo giusto quanto il mio e il tuo nome!
Proviamo ad inserirlo…
Michele che ama a scuola come Gesù;
Luigi che ama e rispetta gli amici come Gesù;
Vincenzo che ama i genitori come Gesù;
Cristina che ama l’amica in difficoltà come Gesù;
Francesca che ama il povero come Gesù…
E accade che cambiamo strada…
Invece di scappare ritorniamo a vivere la nostra vita con il coraggio di Cristo:
“E partirono senz'indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto
ed è apparso a Simone». Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.”
Diventiamo testimoni dell’Amore di Dio nel mondo.
Ma tu pensa casa tua;
la tua scuola;
la tua parrocchia;
il tuo gruppo di amici…
Quanta Gioia da vivere…grazie a due discepoli ed un Amico di Nome Gesù…
Scusatemi, potreste indicarmi la strada del ritorno a …Dio?
La strada dell’Amore.

un servo inutile





Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale




Novità 2011 Edizioni San Paolo Collana Genitori no Problem! Sconto 15%
«Genitori no-problem» è la nuova collana San Paolo per affrontare, senza problemi, le piccole-grandi sfide dell'educazione, dall'infanzia all'adolescenza


Torna Indietro <<.>> Home Page