Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II

Cliccami - Richiesta di Amicizia Seguici su Facebook

Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Croce di San Benedetto
Croce di S. Benedetto



Prodotti Naturali
del Monastero
Cistercense
di Valserena


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 4 Dicembre 2011 II Domenica di Avvento Anno B -

LETTURE: Is 40,1-5.9-11; Sal 84; 2 Pt 3,8-14; Mc 1,1-8

NON RESTARE CHIUSO QUI, PENSIERO (Nel cristiano diventa vita vissuta)




Cari ragazzi, il Vangelo di questa domenica ci presenta un personaggio, potremmo dire, un po’ strano.
Aveva un abito molto particolare, peli di cammello e una cintura di pelle.
Quello che mangiava era molto appetitoso.
Già, voi penserete a merendine al cioccolato panini imbottiti con salame prosciutto e mortadella e, per finire, un bel panettone (embè, dato che ci avviciniamo al Natale!)
No, Giovanni si cibava, sentite un po’, di locuste e miele selvatico.
A questo punto potremmo fermarci e dire che questa descrizione può bastare:
Giovanni il Battista era proprio un tipo particolare.
Ma il bello deve ancora venire!
Giovanni diceva alla gente del tempo, ricchi o poveri, di non peccare più, di prepararsi a ricevere Cristo nella propria vita.
Cioè si preoccupava di far capire che tutto quello che serve nella vita dell’uomo è solamente ed unicamente Dio.
Come al solito c’è una domanda che voglio porvi.
Secondo voi di che cosa ha bisogno veramente l’uomo per vivere?
Vediamo un po’ di dare qualche risposta:
L’uomo per vivere ha bisogno del cibo;
L’uomo per vivere ha bisogno del superenalotto, di tanti soldi, con quelli ti puoi comprare tutto;
L’uomo per vivere ha bisogno della salute, quando c’è quella va tutto bene;
L’uomo per vivere ha bisogno di genitori che dicano sempre di sì a tutte le richieste;
L’uomo ha bisogno di tutte le cose belle che esistono al mondo…
Ma il Vangelo ci fa capire che nella vita non abbiamo solo dei bisogni materiali.
Questi anche se ci sono non danno la felicità!
C’è in ogni uomo un bisogno più importante, che va oltre le cose che passano.
La presenza di Gesù nel cuore.
E’ vero, le cose belle del mondo possono darci dei momenti di gioia ma poi passano.
Sinceramente, quanti hanno fatto l’esperienza che dopo un po’ si vuole sempre di più?
La cosa più bella per l’umanità è accogliere Dio e portarlo a tutte le persone che si incontrano.
Come si accoglie Dio?
Ma naturalmente amando il prossimo, perdonando chi ci offende, condividendo quello che si ha con i poveri.
Questo è il messaggio di San Giovanni Battista, questo è il messaggio della Chiesa ancora oggi: preparare i nostri cuori a ricevere Gesù.
Una piccola riflessione finale.
A San Giovanni, per aver testimoniato Cristo e la sua giustizia, viene tagliata la testa.
Cari ragazzi, ancora oggi, tutti quelli che testimoniano Gesù in molti luoghi del mondo vengono perseguitati, umiliati, derisi.
Chissà quante volte abbiamo sentito che tanti sacerdoti vengono insultati in tanti modi, magari anche nella nostra parrocchia.
Che fare allora?
Per prima cosa bisogna pregare per i testimoni di Gesù (le preghiere dei giovani hanno una corsia preferenziale davanti a Dio) e poi avere il coraggio di prendere le loro parti, di dire la verità, di non far parlare solo coloro che offendono e feriscono anche con le parole.
Amiamo i nostri sacerdoti, facciamo loro sentire il calore del nostro affetto, sono doni di Dio per tutti noi.
E poi diveniamo noi stessi testimoni di Cristo con la vita quotidiana, annunciando la Verità sia a parole che con le opere.
Non dimentichiamo mai che ogni cristiano è anche profeta,
sì proprio come San Giovanni
e dice sempre la verità,
anche se il mondo che ci circonda non ascolta.
A volte può far bene proprio a noi testimoniare
A riguardo c’è un raccontino…
Un uomo telefona al medico di famiglia.
“Giacomo, sono io Giuseppe”
“Ah, ciao! Cosa mi racconti Giuseppe?”
“Bè, ti telefono perché sono preoccupato per Maria.”
“Come mai?”
“Sta diventando sorda.”
Ma come sta diventando sorda?”
“Sì, davvero. Ho bisogno che tu venga a visitarla.”
“Bè, in genere la sordità non è una malattia improvvisa e neanche acuta; lunedì portala in ambulatorio e la visiterò.”
“Ma ti credi che possiamo aspettare fino a Lunedì?”
“Come hai fatto ad accorgerti che non ci sente bene?”
“Bè, la chiamo e non risponde.”
“Facciamo una prova per scoprire il livello di sordità di Maria. Dove ti trovi adesso?”
“In camera da letto”
“E lei dov’è?”
“In cucina”
“D’accordo, chiamala da dove ti trovi.”
“Mariaaaaaaaa! No, non mi sente.”
“Va bene, ora avvicinati alla porta della camera da letto e grida il suo nome dal corridoio.”
“Mariaaaaaaaaaa! No niente da fare.”
“Aspetta, non ti disperare. Avvicinati a lei lungo il corridoio e intanto continua a chiamarla, così vediamo quando ti sente””
“Mariaaa! Mariaaaaa! Mariaaaaa!
Niente, non sente!”
“Avvicinati ancora di più.”
L’uomo entra in cucina, si avvicina a Maria, le mette una mano sulla spalla e le grida nell’orecchio: Mariaaaaaaaaaaaaaa!”
La moglie si gira furibonda e lo apostrofa:
“Che cosa vuoi? Che cosa vuoi, che cosa vuoi, che cosa vuoiiiiiiiiiiiiiiiii?!
Mi avrai chiamato dieci volte e dieci volte ti ho risposto che cosa vuoi.
Stai diventando sempre più sordo, non so perché non vai dal medico una buona volta…”
Strano vero, magari siamo noi quelli che hanno bisogno del Medico…

Buon lavoro, c’è tanto da lavorare, da testimoniare!

servo inutile






Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page