Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com


Narrare la fede ai figli
a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano



IV Domenica di Avvento anno "C" domenica 20 Dicembre 2009
LETTURE: Mic 5,1-4a; Sal 79; Eb 10,5-10; Lc 1,39-45
L'APPUNTAMENTO



Guardiamo il Presepe...
Chissà quante volte lo abbiamo fatto in questi giorni,
ne abbiamo visti di tutti i colori,
con tanti personaggi a volte curiosi.
Certamente abbiamo notato un'assenza...
Gesù bambino!
Certo che senza Gesù ogni presepe del mondo non avrebbe proprio senso:
non si fa un presepe senza Gesù!
E se Gesù non nascesse?
Se al nostro Natale venisse a mancare proprio Gesù?
Sapete, vivere il Natale non significa mettere solamente nel presepe la statuetta di Gesù bambino...
Già, cosa significa fare Natale?
A volte siamo confusi dalle luci del mondo, dalle tante pubblicità della televisione e rischiamo di perdere il nostro vero Natale...
Questa settimana il Vangelo ci presenta una donna che si mette in cammino per servire una sua parente:
"In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda"
Per Maria,
fare Natale non è stato semplice come accendere una televisione...
per Maria fare Natale non è stato semplice come recarsi in parrocchia a celebrare Messa...
per Maria fare Natale non è stato semplice come aprire un regalo...
per Maria fare Natale è stato un cambiare completamente la vita, tutti i suoi progetti di vita.
Maria ha saputo ascoltare, fra le tante voci del mondo, la voce di Dio.
E noi che voce ascoltiamo nella nostra vita?
Chi può essere per noi oggi questo "Angelo" che viene a portarci un messaggio di Dio?
Certamente i Vescovi, sacerdoti, i diaconi, i catechisti, i nostri genitori quando ci parlano di Dio.
Bene, l'ascolto della Parola di Dio è il primo segno da cogliere nel Vangelo di questa quarta settimana di Avvento, l'ultima prima di Natale...
Si accoglie Gesù prima accogliendo la Parola di Dio.
Abbassiamo anzi, spegniamo le voci del mondo e ascoltiamo la Voce di Dio.
Sai, se vuoi fare Natale...
Devi permettere a Dio di parlarti.
Maria non solo "sente" la voce di Dio ma la ascolta...
Ascoltare significa "mettere in pratica"...
Maria si fida di Dio e capisce che per accogliere Gesù deve diventare serva.
Già, Dio ha voluto che Suo Figlio venisse accolto da una donna che subito si mette in cammino per servire.
Sapete una cosa?
Gesù viene accolto da una mamma ed un papà che si sono promessi amore.
Questo, cari ragazzi, ci porta a guardare dentro le nostre famiglie;
a cercare di trovare l'amore che ci unisce perché Gesù possa venire in noi.
La nostra famiglia è il primo luogo dove Gesù vuole essere accolto;
poi dalla famiglia Gesù si reca in ogni posto del mondo...
Chi riceve Gesù si mette subito in cammino, anzi è sempre in cammino
Forse non ci abbiamo mai pensato ma attraverso la nostra accoglienza Gesù salva il mondo.
Con il nostro "sì" a Gesù noi permettiamo che molti uomini diventino buoni;
che nel mondo possa venire la Pace.
Ora ritorniamo a guardare il presepe senza Gesù...
Triste vero?
Tutte le casette;
tutte le luci;
i pastori...
Senza Gesù non avrebbero senso.
Così è anche la nostra vita,
il nostro mondo...
Senza Gesù tutto sarebbe vuoto, insignificante.
Cristo dà senso non solo al presepe...
La nostra vita cambia accogliendo Gesù.
Entra l'Amore in tutto quello che facciamo.
Ultima Domenica di Avvento, il Natale è alle porte...
Gesù verrà nei nostri cuori solo se ci troverà pronti ad amare...
Iniziando dalle nostre famiglie,
da tuo fratello,
da tua sorella,
dalla tua mamma e dal tuo papà,
dai poveri che sono nelle nostre città e...
che fanno parte anche loro delle nostre famiglie.


Semplicemente un servo inutile.






Orologio_con_croce_San_Damiano

Torna Indietro <<.>> Home Page