"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Dalla Santa Famiglia la luce per uducare i figli

1. Nel clima gioioso del Natale, la Chiesa, rivivendo con meraviglia nuova il mistero dell'Emmanuele, Dio-con-noi, ci conduce oggi a contemplare la Santa Famiglia di Nazaret. Dalla contemplazione di questo mirabile modello, la Chiesa attinge valori da riproporre alle donne e agli uomini di tutti i tempi e di tutte le culture.

"O Famiglia di Nazareth, immagine vivente della Chiesa di Dio!". Con queste parole, la comunità cristiana riconosce nella comunione familiare di Gesù, Maria e Giuseppe un'autentica "regola di vita": quanto più la Chiesa saprà realizzare il "patto d'amore" che si manifesta nella Santa Famiglia, tanto più essa compirà la missione di essere fermento affinché "gli uomini in Lui costituiscano una sola famiglia" (cfr Ad gentes, 1).

2. Dalla Santa Famiglia si irradia una luce di speranza anche sulla realtà della famiglia di oggi. Consapevole di ciò, il Pontificio Consiglio per la Famiglia si è messo fin d'ora all'opera per preparare il terzo Incontro Mondiale delle Famiglie, che si terrà a Roma il 14 e 15 ottobre dell'anno 2.000, nel contesto del Grande Giubileo. La preparazione si incentra sul motto ispiratore: "I figli, primavera della famiglia e della società".

Sì, proprio a Nazaret è sbocciata la primavera della vita umana del Figlio di Dio, nell'istante in cui Egli è stato concepito ad opera dello Spirito Santo nel grembo verginale di Maria. Tra le mura ospitali della Casa di Nazaret s'è sviluppata nella gioia l'infanzia di Gesù, che "cresceva in età, sapienza e grazia davanti a Dio e davanti agli uomini" (Lc 2, 52).

3. Il mistero di Nazaret insegna così ad ogni famiglia a generare ed educare i propri figli, cooperando in modo mirabile all'opera del Creatore e donando al mondo, in ogni bambino, un nuovo sorriso.

E' nella famiglia unita che i figli portano a maturazione la loro esistenza, vivendo l'esperienza più significativa e più ricca dell'amore gratuito, della fedeltà, del rispetto reciproco e della difesa della vita.

Alla Famiglia di Nazaret guardino le famiglie di oggi, per trarre dall'esempio di Maria e di Giuseppe, amorosamente dediti alla cura del Verbo incarnato, le opportune indicazioni per le quotidiane scelte di vita! Alla luce degli insegnamenti appresi a quell'insuperabile scuola, ogni famiglia potrà orientarsi nel cammino verso la piena attuazione del disegno di Dio.


GIOVANNI PAOLO II ANGELUS
Domenica, 27 dicembre 1998 festa della famiglia

Torna Indietro Pagina Indice

Bibbia
Nuovo Testamento



Il Libro dei Salmi
Testo Integrale
e Commento


Vangelo e Commento
Piccolo Messalino Mensile - il Vangelo di ogni Giorno con il commento




Voglio Confessarmi Bene!

La confessione che guida all’umiltà (Tratto dai Racconti di un Pellegrino Russo, Rusconi, pp. 167-171)

Esame di coscienza - Meditazione del Santo Padre Francesco

Regole Per una Vita Devota
Inizia ogni mattino come se avessi appena deciso di diventare un cristiano e di vivere secondo i comandamenti di Dio. Andando a fare i tuoi doveri, sforzati di fare tutto alla gloria di Dio. Non iniziare nulla senza preghiera, perché tutto ciò che facciamo senza pregare alla fine si rivela futile o dannoso. Le parole del Signore sono vere: "Senza di me, non potete fare niente."




Home Page




Come inserire un font di Google