"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Genitori, primi comunicatori della vita

1. Si celebra oggi in Italia, per iniziativa della Conferenza Episcopale Italiana, la Giornata per la Vita, che quest'anno ha per tema "Comunicare vita". Mi unisco ai miei Fratelli Vescovi nell'invitare i credenti e tutte le persone di buona volontà a riflettere sul rispetto che si deve alla vita umana, dal suo inizio nel concepimento fino al suo termine naturale. Sono ormai passati vent'anni dall'istituzione della Giornata per la Vita. Se in questi anni è cresciuta, sotto certi aspetti, la sensibilità verso i valori della vita, si deve tuttavia constatare che non sono venute meno alcune gravissime minacce, tra cui in primo luogo il ricorso all'aborto. E' necessario continuare a pregare e ad impegnarsi perché la cultura della vita prevalga su quella della morte. Per questo occorre "comunicare vita".

I primi "comunicatori" della vita sono i genitori, con la procreazione e l'educazione; ma ogni persona è chiamata a diffondere l'amore per la vita. In modo particolare, vorrei fare appello a quanti operano nei mass-media, perché trasmettano testimonianze positive ed informino con obiettività sui problemi cruciali riguardanti la vita umana e il rispetto della sua dignità.

2. Sul piano spirituale, importanti "comunicatori di vita" sono, per la loro specifica vocazione, le persone consacrate: religiosi, religiose, laici consacrati. Mi piace sottolinearlo perché domani, festa della Presentazione di Gesù al Tempio, celebreremo la seconda Giornata della Vita Consacrata, da me istituita lo scorso anno al fine di richiamare l'attenzione dei fedeli su questa vocazione essenziale per la vita della Chiesa e per il bene della società.

La vita consacrata scaturisce dall'azione dello Spirito Santo e si dirama nella Chiesa come un fiume che irriga l'umanità di fede, di speranza, di amore, prolungando nel mondo la testimonianza di Cristo povero, casto e obbediente. E'una testimonianza ratificata non di rado con l'effusione del sangue. Proprio stamani è giunta notizia che, ieri sera, a Kigali in Rwanda, davanti alla chiesa della Santa Famiglia, è stato assassinato un missionario dell'Ordine dei Frati Minori, il Padre Vjeco Curic, di nazionalità croata. Un'altra vittima si aggiunge alla lunga serie di missionari che hanno confermato col sacrificio della vita il loro amore a Cristo e al popolo africano.

3. Carissimi Fratelli e Sorelle, chiediamo a Maria, Madre di Cristo e della Chiesa, di voler presentare al Figlio suo questo generoso testimone del Vangelo in terra africana. Ella, che ha accolto e generato nella carne il Verbo della vita, sostenga l'impegno di quanti si spendono per difendere l'uomo, specialmente quando è indifeso, emarginato, rifiutato. Alla Vergine Santissima, modello di vita consacrata a Dio e ai fratelli, chiediamo di accompagnare il cammino delle persone e degli Istituti di Vita Consacrata, perché sappiano rispondere con sempre piena disponibilità alla chiamata del Signore, fedeli al carisma originario e attenti alle esigenze più profonde degli uomini.


GIOVANNI PAOLO II ANGELUS
Domenica, 1° febbraio 1998

Torna Indietro Pagina Indice

Bibbia
Nuovo Testamento



Il Libro dei Salmi
Testo Integrale
e Commento


Vangelo e Commento
Piccolo Messalino Mensile - il Vangelo di ogni Giorno con il commento




Voglio Confessarmi Bene!

La confessione che guida all’umiltà (Tratto dai Racconti di un Pellegrino Russo, Rusconi, pp. 167-171)

Esame di coscienza - Meditazione del Santo Padre Francesco

Regole Per una Vita Devota
Inizia ogni mattino come se avessi appena deciso di diventare un cristiano e di vivere secondo i comandamenti di Dio. Andando a fare i tuoi doveri, sforzati di fare tutto alla gloria di Dio. Non iniziare nulla senza preghiera, perché tutto ciò che facciamo senza pregare alla fine si rivela futile o dannoso. Le parole del Signore sono vere: "Senza di me, non potete fare niente."




Home Page




Come inserire un font di Google