Come inserire un font di Google


Il volto dell’umile

Tramite la mediazione dell’umile, la creazione diventa degna di ricevere l’immagine del Creatore. Perciò, l'umile non è disprezzato neppure dai nemici della verità. E se anche colui che ha acquistato l'umiltà fosse un povero, in confronto al resto della creazione, a motivo di quell’umiltà che egli ha fatto sua, sarà onorato come se avesse diadema e porpora.

Nessuno odia mai l’umile, né lo aggredisce con la parola, né lo disprezza. E poiché il suo Signore lo ama, egli è amato da tutti.

Tutti lo amano, tutti lo hanno caro. Ovunque egli si avvicini, tutti lo vedono come un angelo di luce e gli rendono onore.

Quando parla, il sapiente e l’istruito zittiscono per dare all’umile la possibilità di parlare. Gli occhi di tutti guardano la sua bocca per vedere quale detto ne esca. Tutti attendono i suoi detti come detti che vengono da Dio. La pochezza dei suoi detti, a motivo del suo discernimento, è investigata come la parola dei sofisti. Le sue parole sono dolci all’udito dei sapienti, più di quanto non lo sia il favo al palato di coloro che lo mangiano. E da tutti è ritenuto come Dio, anche se è un illetterato quanto alla parola e spregevole quanto all’aspetto. Colui che parla contro l’umile con sdegno, non è ritenuto parlare contro un vivente, ma è come se aprisse la sua bocca contro Dio. E quanto più l'umile si disprezza ai propri occhi, tanto più gli è reso il suo onore da tutte le creature.

L’umile si avvicina alle bestie feroci, e appena il loro sguardo si fissa su di lui, la loro brutalità si placa; e si avvicinano e si uniscono a lui come al loro signore e gli fanno festa con la loro coda e leccano le sue mani e i suoi piedi. Infatti sentono che da lui esce quell’odore che emanava da Adamo prima della trasgressione del comandamento, quando si erano riuniti presso di lui ed egli aveva imposto loro i nomi, nel paradiso; quell’odore che noi abbiamo perso e che Cristo, con la sua venuta, ci ha restituito rinnovato; lui che ha reso profumato l’odore della razza degli uomini.

Se l'umile si avvicina ai rettili mortiferi, appena il tocco della sua mano raggiunge i loro corpi, egli lenisce la feroce violenza del loro veleno mortifero e li accarezza con le sue mani come se fossero cavallette.


(tratto da “L’umiltà”, in Isacco di Ninive, Un’umile speranza, a cura di Sabino Chialà, ed. Qiqajon, Magnano 1999, pp.178-179)



Vedi anche:
Jacques Serr - Introduzione alla Preghiera del cuore


La preghiera del cuore
cos'è e come si prega - Signore Gesù Cristo Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore


La Preghiera del cuore. La vera preghiera interiore
Ogni cristiano deve ricordarsi continuamente che dev’essere unito al Signore nostro Salvatore con tutto il suo essere, lasciando che Egli venga a prendere dimora nella mente e nel cuore; il modo più sicuro per giungere ad una tale unione con il Signore, dopo la Comunione al suo Corpo e al suo Sangue, è la Preghiera interiore di Gesù.


Enzo Bianchi ex Priore di Bose - LA PREGHIERA DI GESÙ
Dio “dona la preghiera a colui che prega”
- “Il Signore, vedendo il nostro desiderio e il nostro sforzo di pregare, ci dà il suo aiuto, secondo le parole dei santi: a chi prega con semplicità, Dio accorda il dono della preghiera del cuore”.



La Preghiera del Cuore
cos'è e come si prega - Signore Gesù Cristo Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore o peccatrice Nella storia del cristianesimo si constata che, in numerose tradizioni, esisteva un insegnamento sull’importanza del corpo e delle posizioni corporee per la vita spirituale. Grandi santi ne hanno parlato, come Domenico,Teresa d’Avila, Ignazio di Loyola… Inoltre, fin dal IV secolo, incontriamo consigli a questo proposito nei monaci d’Egitto. Più tardi, gli ortodossi hanno proposto un insegnamento sull’attenzione al ritmo del cuore e sulla respirazione. Se ne è parlato soprattutto a proposito della «preghiera del cuore» (o la «preghiera di Gesù», che si rivolge a lui).


La Preghiera del cuore. La vera preghiera interiore
Ogni cristiano deve ricordarsi continuamente che dev’essere unito al Signore nostro Salvatore con tutto il suo essere, lasciando che Egli venga a prendere dimora nella mente e nel cuore; il modo più sicuro per giungere ad una tale unione con il Signore, dopo la Comunione al suo Corpo e al suo Sangue, è la Preghiera interiore di Gesù.


Preghiera del Cuore; il Metodo del Pellegrino Russo
Il metodo del pellegrino russo, che si può seguire tappa dopo tappa nei Racconti, sebbene faccia spesso riferimento alla Filocalia non è del tutto uguale a quello insegnato da essa........



Prega e fa’ quel che vuoi (dai Racconti di un pellegrino russo)


UNA NOTTE NEL DESERTO DELLA SACRA MONTAGNA
Il Metropolita Hierotheos di Nafpaktos in una conversazione sulla Preghiera del Cuore con il Gerondas "l’Anziano".


Vivere l'esicasmo
Il metodo di orazione esicastica secondo l’insegnamento di padre Serafino



Piccola Filocalia - Amore del Bello
Entra alcuni testi di: San Giovanni Crisostomo, San Giovanni Cassiano, San Nilo Sinaita, Sant’Isacco di Ninive, San Massimo il Confessore, San Giovanni Climaco, San Simeone il Nuovo Teologo, San Niceforo il solitario, l’Italiano, San Gregorio Palamàs, San Massimo il brucia capanne , Callisto e Ignazio Xanthopuloi, Teofane il Recluso, San Serafim di Sarov, Vescovo Ignatij Brjancianinov, San Giovanni di Kronstadt , Silvano monaco athonita



Filocalia - Amore del Bello - La preghiera di Gesù


Home Page