Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google
Santi del Calendario la Vita le opere la leggenda

27 Ottobre - S. Frumenzio Vescovo.


Frumenzio è il nome del primo vescovo missionario in Etiopia, e la sua storia ha dell'incredibile. Al tempo dell'imperatore Costantino, un vecchio precettore, definito «filosofo» dallo storico Rufino, tornava a Tiro da un viaggio in India, costeggiando le rive dell'Africa. Lo accompagnavano due giovani discepoli, Edesio e Frumenzio. Durante una sosta della nave al porto di Adulis, presso Massaua, un'orda di etìopi assaltò l'imbarcazione, uccidendo tutti i passeggeri, ad eccezione di Edesio e Frumenzio. Si narra che al momento della strage i due ragazzi si trovassero in disparte, sotto un albero, intenti a leggere un libro. Condotti entrambi come schiavi alla corte di Axum, si fecero benvolere dal re, che li tenne al suo servizio, Frumenzio in qualità di segretario e Edesio come coppiere.

Alla morte del re, in attesa che l'erede divenisse maggiorenne, il potere venne esercitato dalla regina, che aveva affidato a Frumenzio l'educazione del giovane figlio. Fu in questo periodo che i due, venuti a contatto con i commercianti greco-romani, ottennero dalla regina il permesso di erigere una chiesa vicino al porto. Fu questo il primo germe del cristianesimo, che ebbe un rapido sviluppo. Edesio e Frumenzio domandarono e ottennero il permesso dal nuovo re di far ritorno in patria. Il primo si recò a Tiro, dove incontrò Rufino, il futuro storico, al quale narrò la loro vicenda. Frumenzio andò invece ad Alessandria d'Egitto per incontrarvi il grande vescovo Atanasio, e proporgli di inviare in Etiopia un vescovo e un gruppo di missionari. Atanasio ascoltò con vivo interesse il suo racconto, poi decise di consacrare vescovo lo stesso Frumenzio e di rimandarlo in Etiopia, in compagnia di alcuni missionari.

Frumenzio venne accolto cordialmente dall'amico re Ezana, che fu tra i primi ad aderire al vangelo e con lui la maggior parte dei suoi sudditi. Frumenzio, chiamato dagli Etiopi « abba Salama », portatore di luce, viene annoverato tra i più grandi missionari cristiani e uno tra i più fortunati seminatori della buona novella, se consideriamo la straordinaria messe che rese nel corso dei secoli quella prima semina, propiziata dall'amore allo studio.

Se Frumenzio non si fosse appartato in compagnia di Edesio per occupare nella lettura il tempo dell'attesa nel porto di Adulis, probabilmente sarebbe stato passato a fil di spada dai negri che avevano assaltato la nave in sosta e non avrebbe potuto portare il messaggio evangelico ad una popolazione, quella etiope, che gli sarebbe stata fedele anche nella bufera islamica del secolo VII.

Bibbia
Nuovo Testamento

Il Libro dei Salmi
Testo Integrale
e Commento

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio

Marzo

Maggio

Luglio

Settembre

Novembre
Febbraio

Aprile

Giugno

Agosto

Ottobre

Dicembre



Che differenza c’è tra santi e beati?
La distinzione che fa la Chiesa tra beatificazione e santificazione mi sembra proprio inutile. Un Beato, riconosciuto ufficialmente tale, non è già Santo? Come, del resto, sono Sante, anche se non riconosciute, tutte le persone che, dopo morte, sono accolte in Cielo?
Risponde padre Valerio Mauro, docente di Teologia Sacramentaria



I santi sono tutti uguali?
I santi sono tutti uguali? Ci sono categorie di santi? Perché alcuni vengono pregati più di altri?
Risponde padre Francesco Romano, docente di Diritto Canonico alla Facoltà teologica dell'Italia centrale


Archivio: In Dialogo il Teologo Risponde


Vangelo e Commento
Piccolo Messalino Mensile - il Vangelo di ogni Giorno con il commento



Henri J. M. Nouwen

Insegnamenti sulla Preghiera del Cuore

Vivere nello Spirito - Alcuni brani, tratti dal libro Ed. Queriniana





Home Page