Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google
Santi del Calendario la Vita le opere la leggenda

21 Ottobre - Ss. Orsola e compagne Martiri.


Per un punto Martin perse la cappa. E per una lineetta il cielo e la devozione dei fedeli si sono « arricchiti » di ben 10.989 sante. Sembra infatti ormai fuor di dubbio che S. Orsola non subì affatto il martirio con 11.000 vergini, ma solo con undici. È noto che 11 in latino si scrive XI, ma basta una lineetta posta sopra questo numero per moltiplicarlo nientemeno che per mille. Le epigrafi antiche non sono chiare neppure agli studiosi e così quando si trovò nel secolo VIII nei pressi di una chiesa di Colonia, in Germania, una tomba con alcune reliquie di fanciulle e con un'iscrizione che parlava di Orsola e compagne, fu molto facile alla devozione popolare pensare che si fosse trattato di un intero esercito di fanciulle.

Naturalmente si trovò subito chi precisò un particolare e chi ne precisò un altro, così che nel giro di poco tempo si poté disporre di un intero racconto, leggendario sì ma abbastanza verosimile (almeno per la buona fede dei semplici fedeli, che infatti diedero al racconto fama e diffusione). Diceva dunque questo racconto leggendario che Orsola era figlia di un re cristiano d'Inghilterra. Fanciulla già bellissima all'ancor tenera età di otto anni, suscitò l'ammirazione e l'amore di un principe pagano, che la chiese subito in sposa.

La fanciulla, bella nel corpo e ancor più bella nell'anima, si era già votata segretamente a Dio e poiché vedeva che il proprio padre guardava con simpatia al giovane pretendente ritenne più prudente non manifestare subito questa circostanza, ma ricorrere a qualche trucco per rendere impossibile o almeno molto remota la possibilità del matrimonio. Ella chiese dunque tre anni di tempo per conoscere meglio la volontà del Signore nei suoi riguardi, la conversione del giovane pretendente e infine che lei e ognuna delle sue dieci ancelle potessero avere mille ancelle ciascuna.

La seconda e la terza condizione vennero adempiute nel più breve tempo possibile. E per far trascorrere i tre anni, Orsola ritenne opportuno partirsene con tutta la sua schiera di fanciulle, in gran parte pagane, per il continente, risalendo le rive del Reno: ad una ad una, tutte le compagne di Orsola, attratte dalla parola e dall'esempio della pia principessa, domandarono il battesimo, che ricevettero tutte assieme a Basilea. Sulla via del ritorno, a Colonia, s'imbatterono negli Unni di Attila, che fecero scempio delle fanciulle, ad eccezione di Orsola, di cui s'invaghì lo stesso Attila, che ebbe perciò il privilegio di esserne il carnefice.

Bibbia
Nuovo Testamento

Il Libro dei Salmi
Testo Integrale
e Commento

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio

Marzo

Maggio

Luglio

Settembre

Novembre
Febbraio

Aprile

Giugno

Agosto

Ottobre

Dicembre



Che differenza c’è tra santi e beati?
La distinzione che fa la Chiesa tra beatificazione e santificazione mi sembra proprio inutile. Un Beato, riconosciuto ufficialmente tale, non è già Santo? Come, del resto, sono Sante, anche se non riconosciute, tutte le persone che, dopo morte, sono accolte in Cielo?
Risponde padre Valerio Mauro, docente di Teologia Sacramentaria



I santi sono tutti uguali?
I santi sono tutti uguali? Ci sono categorie di santi? Perché alcuni vengono pregati più di altri?
Risponde padre Francesco Romano, docente di Diritto Canonico alla Facoltà teologica dell'Italia centrale


Archivio: In Dialogo il Teologo Risponde


Vangelo e Commento
Piccolo Messalino Mensile - il Vangelo di ogni Giorno con il commento



Henri J. M. Nouwen

Insegnamenti sulla Preghiera del Cuore

Vivere nello Spirito - Alcuni brani, tratti dal libro Ed. Queriniana





Home Page