Ascolta e Medita Settembre 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Settembre 2018 Questo mese è stato curato da: Chiara Sani Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi



Venerdì 28 settembre 2018
Qo 3, 1-11; Sal 143
Vangelo secondo Luca (9, 18-22)

Preghiera Iniziale

Ho considerato l'occupazione
che Dio ha dato agli uomini perché vi si affatichino.
Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo,
inoltre ha posto nel loro cuore la durata dei tempi,
senza però che gli uomini possano trovare la ragione
di ciò che Dio compie dal principio alla fine.
(Qoelet 3, 10-11)


Ascolta Vangelo

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».
Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell'uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».


Medita

Avevamo già meditato in questo mese il momento in cui Gesù chiede di conoscere l'opinione della folla e dei discepoli su di lui, ma l'avevamo letta nella versione di Marco (Mc 8, 27-35). La liturgia ce ne propone oggi la lettura secondo Luca. La domanda “Ma voi, chi dite che io sia?” ritorna insistente nella vita del credente. Pietro, con il suo particolare carisma, dà la risposta giusta (lasciamo perdere il fatto che poi si spaventa all'annuncio della Passione e dimostra di non aver ben chiaro che il Messia non ha le caratteristiche che lui pensa). Ma noi? Dare risposta a questa domanda ha conseguenze straordinarie: se per me Gesù è il Cristo di Dio, l'unto del Signore, il Messia atteso, se credo con tutto me stesso che egli si è incarnato per me, per me ha vissuto predicando e guarendo, per me si è consegnato alla Passione e alla morte di croce e per me è risorto, primizia di coloro che sono morti e risorgeranno, allora tutta la mia vita deve cambiare. Ecco perché questa domanda è uno spartiacque nelle narrazioni evangeliche: perché deve esserlo anche nelle nostre vite.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Rileggo la domanda: “Ma voi, chi dite che io sia?” e rispondo aprendo il mio cuore.


Per me
Gesù è il mio Dio,
Gesù è il mio sposo,
Gesù è la mia vita,
Gesù è il mio solo amore,
Gesù, il mio tutto di tutto.
La mia pienezza.
(Madre Teresa di Calcutta)


Padri della Chiesa - Brani scelti per il mese di Settembre

Gli spiriti increati

Tu che, mediante le realtà visibili, hai la possibilità di avere una conoscenza di quelle invisibili, rendi gloria all’Autore, per opera del quale sono state create tutte le cose visibili e invisibili, principati e potestà, virtù, troni e dominazioni e tutte le altre creature razionali (Col 1,16), e che non viene designato con un nome.

Nella loro creazione pensa alla causa primaria delle cose prodotte, il Padre, alla causa demiurgica, il Figlio, alla causa perfezionante, lo Spirito; così ne deriva che gli spiriti servitori sussistono per volontà del Padre, arrivano all’essere mediante l’azione del Figlio, ricevono la loro perfezione dalla presenza dello Spirito. Perfezione degli angeli è la santificazione, e la perseveranza in essa.

Basilio di Cesarea, Lo Spirito santo 16,38

La Preghiera del Cuore

“Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi». (Mc 12, 28s)
La preghiera del cuore o preghiera di Gesù
Signore Gesù Cristo Figlio di Dio abbi pietà di me peccatore (o peccatrice)


Home Page