Ascolta e Medita Settembre 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Settembre 2018 Questo mese è stato curato da: Chiara Sani Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi



Martedì 25 settembre 2018
Prv 21, 1-6.10-13; Sal 118
Vangelo secondo Luca (8, 19-21)

Preghiera Iniziale

Insegnami, Signore, la via dei tuoi decreti,
e la custodirò fino alla fine.
Dammi intelligenza, perché io custodisca la tua legge
e la osservi con tutto il cuore.
(Salmo 118)


Ascolta Vangelo

In quel tempo, andarono da Gesù la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla.
Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti».
Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».


Medita

Gesù percorre le strade della Galilea predicando e guarendo, senza riposo, senza tregua: è quasi risucchiato dalla folla che gli si accalca intorno. Non ha un attimo di tregua. I suoi sono preoccupati, vanno a cercarlo, forse solo per costringerlo a fermarsi un attimo, a mangiare un boccone con loro, a fermarsi per brevi momenti. Maria e i fratelli stanno “fuori” dalla stanza dove Gesù sta predicando; stanno “fuori” dalla sua logica, dalla sua scelta di dono totale. Ancora non hanno pienamente compreso. Gesù li richiama a questo: bisogna entrare “dentro”, ascoltare e mettere in pratica, il resto non è importante. Maria, in realtà, è già molto vicina a quel “dentro”: Lei ha ascoltato, messo in pratica, accolto. Il suo “Sì” dovrà però essere rinnovato sulla via del Calvario, sotto la croce: allora sarà così dentro la logica di Dio che Lei stessa sarà corredentrice del mondo con il Figlio.

Per Riflettere e Preghiera Finale

La mia intimità con Gesù a che punto è? L'unico modo per essere davvero con Lui è ascoltare la sua Parola, custodirla, metterla in pratica.


Maria è colei che trasaliva di gioia alla presenza di Dio,
colei che conservava tutto nel suo cuore
e che si è lasciata attraversare dalla spada.
È la santa tra i santi, la più benedetta,
colei che ci mostra la via della santità e ci accompagna.
Lei non accetta che quando cadiamo rimaniamo a terra
e a volte ci porta in braccio senza giudicarci.
Conversare con lei ci consola, ci libera, ci santifica.
(Papa Francesco)


Padri della Chiesa - Brani scelti per il mese di Settembre

Il mio canto in te

«In te il mio canto per sempre» (Sal 71,6). Non solo dal momento in cui ho cominciato a sperare fino ad ora? No. Sempre. Non solo nel tempo della fede, ma anche nel tempo della visione.

Adesso, finché siamo nel corpo, «siamo in esilio lontani dal Signore, camminiamo nella fede e non ancora nella visione» (2Cor 5,6-7). Verrà il tempo in cui vedremo ciò in cui abbiamo creduto senza vederlo. Al vedere ciò in cui abbiamo creduto, saremo nella gioia, mentre gli empi, al vedere ciò in cui non hanno creduto, saranno confusi.

Ora gemi, ora corri verso il rifugio per metterti in salvo, ora sei malato e interpelli il medico. Che farai quando avrai ricevuto la piena salute, quando sarai diventato uguale agli angeli di Dio? Forse ti dimenticherai di questa grazia in virtù della quale sei stato liberato? Non sia mai. «In te il mio canto per sempre».

Agostino d’Ippona, Commento ai Salmi 70,1 ,8

La Preghiera del Cuore

“Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi». (Mc 12, 28s)
La preghiera del cuore o preghiera di Gesù
Signore Gesù Cristo Figlio di Dio abbi pietà di me peccatore (o peccatrice)


Home Page