Ascolta e Medita Settembre 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Settembre 2018 Questo mese è stato curato da: Chiara Sani Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi



Lunedì 24 settembre 2018
Prv 3, 27-34; Sal 14
Vangelo secondo Luca (8, 16-18)

Preghiera Iniziale

Non tramare il male contro il tuo prossimo,
mentre egli dimora fiducioso presso di te.
Non litigare senza motivo con nessuno,
se non ti ha fatto nulla di male.
Non invidiare l'uomo violento
e non irritarti per tutti i suoi successi,
perché il Signore ha in orrore il perverso,
mentre la sua amicizia è per i giusti.
(Proverbi 3, 29-32)


Ascolta Vangelo

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.
Non c'è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce.
Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».


Medita

Questo brano è posto a conclusione della parabola del seminatore (Lc 8, 4-15), infatti riprende alla fine un'esortazione ad ascoltare bene. Ci sembra di risentire anche la conclusione della parabola delle vergini sagge e delle vergini stolte, la conclusione della parabola dei talenti: chi cerca di arricchirsi spiritualmente riceverà molto di più di quello che ottiene con i suoi sforzi, ma chi si accontenta del poco che ha, sempre dal punto di vista spirituale, perderà anche quello. Mettersi in gioco, coltivare la nostra anima, intraprendere un cammino di conversione saranno gesti fecondi di risultati, rimanere lì ci costringerà a perdere anche quel poco di cui non ci siamo occupati seriamente. Subito prima della conclusione, però, ci sono delle immagini che fanno riferimento al binomio luce/ombra e ci invitano a scegliere la luce che viene dall'ascolto della Parola, perché alla fine tutto sarà chiarito e manifestato dalla Parola. Avviene così anche ai discepoli di Emmaus, che sentono il cuore ardere in petto quando ascoltano Gesù che spiega loro la Parola ripartendo dall'inizio, rendendo loro manifesto ciò che non comprendevano.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Come ascolto la Parola di Dio? Diventa, per me, luce ai miei passi e al mio cammino?


Io so quanto amore chiede
questa lunga attesa
del tuo giorno, Dio.
Luce in ogni cosa
io non vedo ancora,
ma la tua Parola mi rischiarerà.
(canto liturgico)


Padri della Chiesa - Brani scelti per il mese di Settembre

Come proclamare le grandezze di Maria?

Che titolo ti rivolgeremo, o sovrana? Con quali parole ti saluteremo? Con quali lodi coroneremo la tua fronte sacra e ricoperta di gloria, te, la dispensatrice dei beni, la elargitrice di ricchezze, la bellezza del genere umano, il vanto di tutta la creazione che per te è veramente divenuta felice? Colui che prima essa non poteva contenere, infatti, per merito tuo lo poté contenere. Colui del quale non poteva sostenere la vista, lo «può contemplare in uno specchio “a viso scoperto”» (2Cor 3,18).

Apri, o Verbo di Dio la nostra bocca tarda a parlare; stendi, sullo schiudersi delle nostre labbra che s’aprono, una parola piena di grazia, infondici la grazia dello spirito per la quale semplici pescatori fanno discorsi e illetterati esprimono la sapienza che sorpassa le capacità umane, così che anche noi, con la nostra debole voce, riusciamo a proclamare, sia pur indistintamente, le grandezze della tua amabilissima Madre.

Giovanni Damasceno,
Omelie sulla dormizione della B. V Maria 1,3

La Preghiera del Cuore

“Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi». (Mc 12, 28s)
La preghiera del cuore o preghiera di Gesù
Signore Gesù Cristo Figlio di Dio abbi pietà di me peccatore (o peccatrice)


Home Page