Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!



Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18) Il Vangelo di ogni giorno con il commento
 

CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San
Damiano in Argento



Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Prodotti Artigianato America Latina

Cristo il Buon Pastore  Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo nella Comunita' Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Tau Artigianato Equosolidale America Latina
Croce Colomba di Pace Artigianato Equosolidale America Latina
Crocifisso Artigianato Equosolidale America Latina
Tavoletta Battesimo Artigianato Equosolidale America Latina

Artigianato Equosolidale Crocifissi per Camerette Bimbi Oggeti di Arredo Sacro Per Nascite Comunioni Battesimo 8 Articoli e Formati Diversi Per la Cameretta dei Vostri Figli, Amici e/o Parenti


DOMENICA 23 Settembre 2012
XXV Dom del T.O.
Vangelo secondo Marco (9,30-37)


Questo numero è stato interamente curato da:
SANI CHIARA



Ascolta


Partiti di là, attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: "Il Figlio dell'uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà". Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.
Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: "Di che cosa stavate discutendo per la strada?". Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: "Se uno vuole essere il primo, sia l'ultimo di tutti e il servitore di tutti". E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: "Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato".









Medita


Il Vangelo della scorsa domenica ci aveva messo di fronte la professione di Pietro, il punto di svolta della narrazione di Marco. L’episodio di Cesarea ci pone di fronte una prima risposta alla domanda che fin dall’inizio aleggia nel racconto: “Chi è costui?”. La risposta è: è il Figlio di Dio e sta andando verso la propria morte, voluta, architettata, perseguita dal potere dell’epoca. Questa risposta è, nelle sue parti, indivisibile. Pietro che riconosce in Gesù il Figlio di Dio, ma rifiuta di associarlo alla croce è severamente rimproverato. Ma le difficoltà che incontra Gesù a farsi capire dai suoi non sono finite: ancora Gesù ribadisce il destino che ha scelto di affrontare, ancora i discepoli sono sviati dai pensieri del mondo. Addirittuera discutono di essere in posizione più importante, preminente; Gesù li spiazza di nuovo, pone in mezzo un bambino, lo abbraccia e richiama tutti all’abbassamento, al farsi “piccolo”, ad accogliere chi è piccolo nel suo nome. Se il Maestro si è fatto piccolo, ha rinunciato alla sua potenza e alla sua gloria, si è abbassato per farsi compagno di cammino dell’uomo, il discepolo non può agire diversamente.
Maria ha accolto Gesù Bambino nel nome di Dio. Maria ha accettato che un mistero che non ha eguali nella storia del mondo si compisse nell’accoglienza di un figlio, neonato, bisognoso del suo amore. Si è fatta serva del suo Signore, fino al dono totale di sé per quel Figlio che Lei portava al mondo perché il mondo si salvasse per mezzo di Lui. L’ascolto, l’accoglienza, l’umiltà hanno reso possibile ilo più grande dei doni, l’Atteso si è fatto carne fra le braccia della più tenera delle madri.


Per Riflettere



Ho compreso davvero che cosa significa seguire Gesù e cercare di imitarlo?




Lista Cd e DVD Religiosi
Lista Cd e DVD Religiosi
 







Torna su: Home Page - Indice Mese di SETTEMBRE - 2012