Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Ottobre 2016 - Questo mese è stato curato da: Benedetta e Adriano Cerri Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio



Venerdì 28 ottobre 2016
Ef 2, 19-22; Sal 18
Vangelo secondo Luca (6, 12-16)
Santi Simone e Giuda



Preghiera Iniziale


Signore degli eserciti, mio re e mio Dio.
Beato chi abita la tua casa:
sempre canta le tue lodi!
Beato chi trova in te la sua forza
e decide nel suo cuore il santo viaggio.
Passando per la valle del pianto
la cambia in una sorgente,
anche la prima pioggia
l'ammanta di benedizioni.
Cresce lungo il cammino il suo vigore,
finché compare davanti a Dio in Sion.
Signore, Dio degli eserciti, ascolta la mia preghiera,
porgi l'orecchio, Dio di Giacobbe.
Vedi, Dio, nostro scudo,
guarda il volto del tuo consacrato.
(Salmo 83)



Ascolta Vangelo


In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.
Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.






Medita


La missione pubblica di Gesù è ancora agli esordi. Il brano di questo giorno in cui si ricordano i due santi apostoli Simone e Giuda si apre con il Signore ritirato in preghiera. Gesù ha bisogno di pregare il Padre, lo fa in montagna, in un luogo appartato, per tutta la notte. Ha bisogno di sintonizzarsi sulle onde del Padre per fare la Sua volontà. Infatti il giorno dopo lo attende una scelta molto importante, dovrà chiamare a sé alcuni prescelti tra i molti che lo seguono. Questo innanzitutto fa riflettere sul fatto che anche l'Onnipotente ha bisogno di una squadra, o meglio di una famiglia, ha bisogno di comunione, di collaborazione. Dio non vuole fare le cose da solo, vuole continuamente incarnarsi, e lo fa nella Chiesa degli uomini. Ma l'altro spunto di riflessione nasce proprio da qui: che tipo di uomini sono quelli che Egli sceglie? Certamente, dopo una notte intera di preghiera e discernimento, il Signore avrà fatto le scelte più oculate. E allora perché proprio loro? Tra i seguaci di Gesù ci saranno state persone istruite, e invece Lui chiama dei sempliciotti. Dei pescatori ignoranti. Un ex esattore delle tasse. Battezza “Pietro”—affidandogli così una missione nella missione—un uomo che lo rinnegherà per paura. Sceglie uno che non crederà all'annuncio della resurrezione. Uno addirittura lo tradirà per trenta denari. Ma com'è possibile? Oggi il Signore Dio, che conosce il cuore dell'uomo, ci parla proprio attraverso queste scelte. Il suo stile non è quello di chiamare i perfetti, ma i peccatori, i deboli. Il Signore vuole noi, con i nostri limiti e le nostre infermità. Perché Egli non chiama i capaci, ma rende capaci coloro che chiama.






Per Riflettere


Oggi il Signore chiama anche noi: infatti, come ci ricorda San Paolo, non siamo più stranieri né ospiti, ma concittadini dei santi e familiari di Dio, edificati sopra il fondamento degli apostoli (cfr. Ef 2, 19-20). Viviamo con gioia e entusiasmo la nostra missione nel mondo.

O Dio, che per mezzo degli Apostoli
ci hai fatto conoscere il tuo mistero di salvezza,
per l'intercessione dei santi Simone e Giuda
concedi alla tua Chiesa di crescere continuamente
con l'adesione di nuovi popoli al Vangelo.
Per Cristo nostro Signore. Amen.






Torna su: Indice Mese OTTOBRE 2016

Home Page



Home Page