Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Chiara Sani

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Lunedì 12 ottobre 2015
Rm 1, 1-7; Sal 97
Vangelo secondo Luca (11, 29-32)























Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15% offerta sempre valida

Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti
Preghiera Iniziale


Il Signore ha manifestato la sua salvezza,
agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
Si è ricordato della sua bontà
e della sua fedeltà verso la casa di Israele.
Tutti i confini della Terra
hanno visto la salvezza del nostro Dio.
(Salmo 98)

Ascolta


In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione.
Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.
Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».




Medita


Chiedere un segno era la colpa della generazione contemporanea di Gesù, ma è una colpa quanto mai attuale. Il “segno” che spesso si sente chiedere: miracoli di guarigione, miracoli che facciano scomparire i malvagi, miracoli che cambino il mondo e ci sollevino dalla responsabilità di fare qualcosa noi per cambiarlo. Ma l'unico segno è quello di Giona, come dice Gesù: tre giorni nella terra (il ventre della balena) e poi la Risurrezione. E il segno è, ancora una volta, grandioso, ma affidato alla fede. Per noi Cristiani di oggi, poi, il segno è quello umile e quotidiano del pane eucaristico: Gesù rimane in mezzo a noi in quel poco pane, in quel poco vino, corpo e sangue, a nutrirci e sostenerci finché Egli venga. Quel pane è il nostro pane del cammino, il cammino per raggiungere la vita senza tramonto.


Enzo Bianchi Priore di BoseEnzo Bianchi Priore di Bose - LA PREGHIERA DI GESÙ
“Il Signore, vedendo il nostro desiderio e il nostro sforzo di pregare, ci dà il suo aiuto, secondo le parole dei santi: a chi prega con semplicità, Dio accorda il dono della preghiera del cuore”. Continua....


Per Riflettere

Che segni chiediamo al Signore? Riflettiamo mai sul dono che ci ha fatto, della vita eterna? Ne comprendiamo la grandezza?


ESICASMO LA PREGHIERA - Consigli spirituali dello Starez Ieronimos di EginaLA PREGHIERA - Consigli spirituali dello Starez Ieronimos di Egina
Quando pregate e dite: Credo .... in un solo Dio ... Padre Onnipotente ..... creatore del cielo e della terra .... dite le parole lentamente cercando di sentirle dentro di voi, impedendo così al maligno di entrare con pensieri di disturbo. Continua....






Torna su: Indice Mese OTTOBRE 2015




Home Page


Home Page