Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Chiara Sani

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Giovedì 8 ottobre 2015
Vangelo secondo Luca (11, 5-13)
Ml 3, 13-20a; Sal 1























Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15% offerta sempre valida

Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti
Preghiera Iniziale


Beato l'uomo che non segue il consiglio degli empi,
non si ferma sulla via dei peccatori
e non siede in compagnia degli insolenti;
ma trova la sua gioia nella legge del Signore
e sulla sua legge medita giorno e notte.
(Salmo 1)

Ascolta


In quel tempo, Gesù disse ai discepoli: «Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”, e se quello dall'interno gli risponde: “Non m'importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono.
Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».




Medita


Prima l'amico importuno, poi il padre che sa che cosa è bene per i suoi figli. Le due parti di questo discorso sono intimamente legate. La parabola dell'amico importuno ci dice che Dio vuole lasciarsi “stancare” dalle nostre preghiere e se noi preghiamo rivolgendovi a lui insistentemente, Egli ci risponderà. Ma d'altra parte, la sua risposta potrebbe non essere quella che noi ci aspettiamo: chiediamo una guarigione, per esempio, e non la otteniamo. Gesù ci dice che lui, più di un padre terreno, sa qual è il nostro bene e, più di un padre terreno, non ci darà uno scorpione se chiediamo un pesce o una pietra se chiediamo un pane. Ma dobbiamo fidarci: qualcosa ci sembra uno scoripione o un sasso, ma è un pesce o un pane per noi; Dio solo lo sa, Dio solo conosce il nostro vero bene. È difficile spesso accettare questa verità: è difficile accettarla quando nelle nostre vite irrompe la sofferenza o la morte. Ma Gesù ci dice solo questo: fidatevi del Padre che vi ama, gettatevi fra le sue braccia, Lui vi conosce, Lui sa come condurvi a Lui, al Paradiso, alla gioia eterna.



Enzo Bianchi Priore di BoseEnzo Bianchi Priore di Bose - LA PREGHIERA DI GESÙ
“Il Signore, vedendo il nostro desiderio e il nostro sforzo di pregare, ci dà il suo aiuto, secondo le parole dei santi: a chi prega con semplicità, Dio accorda il dono della preghiera del cuore”. Continua....


Per Riflettere

C'è un dolore che ancora mi fa soffrire? Prego il Padre che lo trasformi per me in strumento di salvezza.


ESICASMO LA PREGHIERA - Consigli spirituali dello Starez Ieronimos di EginaLA PREGHIERA - Consigli spirituali dello Starez Ieronimos di Egina
Quando pregate e dite: Credo .... in un solo Dio ... Padre Onnipotente ..... creatore del cielo e della terra .... dite le parole lentamente cercando di sentirle dentro di voi, impedendo così al maligno di entrare con pensieri di disturbo. Continua....






Torna su: Indice Mese OTTOBRE 2015




Home Page


Home Page