Ascolta e Medita Novembre 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Novembre 2017Questo mese è stato curato da: Rossella e Davide Salvetti Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Martedì 21 novembre 2017
2Mac 6, 18-31; Sal 3
Vangelo secondo Luca (19, 1-10)

Preghiera Iniziale


A te, Signore, innalzo l'anima mia,
mio Dio, in te confido:
che io non resti deluso!
Non trionfino su di me i miei nemici!
Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza;
io spero in te tutto il giorno.
Ricordati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
I peccati della mia giovinezza
e le mie ribellioni, non li ricordare:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.
Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta.
Per il tuo nome, Signore,
perdona la mia colpa, anche se è grande.

(Salmo 24)

Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand'ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là.
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!».
Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto».
Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch'egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell'uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».


Medita


Giunto a Gerico Gesù incontra un altro uomo che non riesce a vedere. Zaccheo non è cieco fisicamente, ma lo è spiritualmente. Nella sua vita di peccatore, piccolo di statura fisica e morale, la venuta di Gesù è un raggio di luce (Gv 1, 4) che accende in lui il desiderio di vedere, tanto da spingerlo a salire sul sicomoro, nascosto alla vista di tutti. Al suo passaggio Gesù lo illumina (Gv 1, 9), lo chiama per nome fuori dal suo riparo e gli offre di entrare in comunione con Lui. Scandalo per gli uomini, che hanno ormai condannato senz'appello Zaccheo per i suoi peccati, dimentichi della Parola del Signore: «Se dico al malvagio: ``Morirai'', ed egli si converte dal suo peccato e compie ciò che è retto e giusto, rende il pegno, restituisce ciò che ha rubato, osserva le leggi della vita, senza commettere il male, egli vivrà e non morirà; nessuno dei peccati commessi sarà più ricordato: egli ha praticato ciò che è retto e giusto e certamente vivrà» (Ez 33, 14–16). Come il cieco, Zaccheo è un diverso, ed è per questo escluso dalla comunione con i fratelli, pur essendo anch'egli figlio di Abramo. Com'è facile per l'uomo condannare un altro uomo, abbandonandolo ad un destino di morte. Eppure se «tu non parli perché il malvagio desista dalla sua condotta, egli, il malvagio, morirà per la sua iniquità, ma della sua morte io domanderò conto a te» (Ez 33, 8). Dio non gode «della morte del malvagio, ma che il malvagio si converta dalla sua malvagità e viva» (Ez 33, 11).
Il Figlio dell'uomo bussa alla porta del cuore di Zaccheo, Zaccheo si apre all'azione della grazia e la Salvezza entra con pienezza nella sua casa (Gv 1, 16–17).


Per Riflettere e Preghiera Finale


Ad imitazione di Cristo, annunciamo il Regno di Dio che viene a coloro che incontriamo lungo il cammino della nostra vita?
Desideriamo nel nostro cuore la salvezza di chi commette il male?
Abbiamo fiducia nella giustizia della misericordia di Dio?
Desideriamo accogliere la luce di Gesù che splende nelle tenebre della nostra vita?


Signore, che non ti stanchi
di cercare e salvare ciò che era perduto,
rendici capaci di amare i nostri fratelli
nonostante il loro e il nostro peccato.
Donaci di partecipare sinceramente
alla gioia celeste per la conversione dei peccatori
e ancor più di esserne causa noi stessi
fino a quando ti vedremo così come Tu sei.






 


Home Page