Ascolta e Medita Novembre 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Novembre 2017Questo mese è stato curato da: Rossella e Davide Salvetti Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Lunedì 20 novembre 2017
1Mac 1, 10-15.41-43.54-57.62-64; Sal 118
Vangelo secondo Luca (18, 35-43)

Preghiera Iniziale



Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tutti i suoi benefici.
Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue infermità,
salva dalla fossa la tua vita,
ti circonda di bontà e misericordia,
sazia di beni la tua vecchiaia,
si rinnova come aquila la tua giovinezza.

(Salmo 102)

Ascolta Vangelo


Mentre Gesù si avvicinava a Gèrico, un cieco era seduto lungo la strada a mendicare. Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. Gli annunciarono: «Passa Gesù, il Nazareno!».
Allora gridò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!». Quelli che camminavano avanti lo rimproveravano perché tacesse; ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».
Gesù allora si fermò e ordinò che lo conducessero da lui. Quando fu vicino, gli domandò: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». Egli rispose: «Signore, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Abbi di nuovo la vista! La tua fede ti ha salvato».
Subito ci vide di nuovo e cominciò a seguirlo glorificando Dio. E tutto il popolo, vedendo, diede lode a Dio.


Medita


Di fronte ai rimproveri della folla il cieco grida ancora più forte: è così grande la sua fede che non si fa scoraggiare da chi lo vorrebbe docile e rassegnato nella sua condizione di emarginato, costretto a mendicare per sopravvivere, senza speranza di vivere. Forti nella loro condizione di privilegio rispetto a lui, coloro che precedono Gesù vorrebbero non essere disturbati dal cieco: non è come loro, non ha i loro stessi bisogni, non è normale, pertanto è naturale che resti da parte, senza dare fastidio. Non ritengono che Gesù debba dedicargli attenzione: non hanno compreso che Gesù è il Salvatore, lo accompagnano lungo il cammino, ma non hanno veramente fede in Lui. Nella sua condizione di bisogno e di dipendenza dagli altri, il cieco invece sa bene di non bastare a se stesso ed è disposto ad aprirsi all'azione della grazia (cfr. 2Cor 12, 9–10). «Beati voi, poveri, perché vostro è il regno di Dio» (Lc 6, 20).
Di fronte alle grida del cieco, Gesù, costantemente attento agli ultimi, non fa finta di niente: si fa portare da lui e con delicatezza si mette in ascolto. Che cosa può volere il cieco? Non è ovvio, Gesù? Tu che leggi nel profondo del cuore degli uomini, perché hai bisogno che il cieco te lo domandi? È così profondo ed assoluto il rispetto di Dio per la libertà dell'uomo (cfr. Ap 3, 20)! Il cieco crede che Gesù è il suo Salvatore e per la sua fede viene esaudito: riacquistare la vista è come nascere di nuovo, lasciare la condizione di emarginato per essere riammesso tra gli uomini. Comincia una vita nuova dietro a Gesù.


Per Riflettere e Preghiera Finale


Di fronte alla miseria, all'emarginazione e all'ingiustizia, come sarebbe facile se Dio aggiustasse tutto! Signore, perché non fai tu il primo passo? Davvero hai bisogno di noi per realizzare il Tuo Regno? E noi, abbiamo bisogno di Te?


O Spirito di Dio, non permettere
che il nostro cuore si indurisca
e non sappia più riconoscere
Gesù nel suo passare.
Donaci un cuore sensibile alla Sua Presenza,
amante della Verità, umile nel riconoscere
quello che siamo: peccatori!
(Suor Monica Gianoli, Figlie di Maria Ausiliatrice)






 


Home Page