Ascolta e Medita Novembre 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Novembre 2017Questo mese è stato curato da: Rossella e Davide Salvetti Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Mercoledì 15 novembre 2017
Sap 6, 1-11; Sal 81
Vangelo secondo Luca (17, 11-19)

Preghiera Iniziale


Signore nostro Dio,
la gioia di cui abbiamo fame
dipende da te e da noi.
Il tuo apporto non viene mai a mancare,
ma il nostro è soggetto a mille incostanze.
Rinvigorisci i nostri propositi
e rendici degni di portare
il nome di Cristo tuo Figlio e nostro Signore.

(dalla liturgia)

Ascolta Vangelo


Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samaria e la Galilea.
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati.
Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano.
Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all'infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va'; la tua fede ti ha salvato!».


Medita


La nostra salvezza viene dal Signore, ma Egli ci chiede umiltà, apertura e collaborazione. C'è bisogno di umiltà, intanto, per riconoscere il nostro stato di bisognosi; i dieci lebbrosi erano fin troppo consapevoli della malattia del loro corpo, ma quanti di loro si rendevano conto che nella vita dell'uomo la salute spirituale è importante ancora di più di quella del corpo? C'è bisogno di apertura di cuore, per riconoscere in Gesù colui che può salvarci. I lebbrosi avevano sentito parlare di Gesù, sapevano che aveva compiuto guarigioni, e a gran voce invocarono il suo aiuto, anche se fino in fondo non si erano resi conto di quali prodigi Gesù potesse compiere in loro. Gesù conosce la situazione di sofferenza di un lebbroso, avrebbe potuto avere compassione di loro e guarire i dieci uomini senza attendere la loro invocazione. Ma Dio ha scelto di aver bisogno della nostra collaborazione; non ci impone la salvezza, ci chiede di renderci conto di averne bisogno, di riconoscere in Lui il Salvatore e di affidarci a Lui. E Gesù ci salva, anche se in tempi e in modi che noi non sempre capiamo. Tutti i lebbrosi hanno ottenuto la guarigione, come avevano chiesto, ma uno di loro ha ricevuto di più: la salvezza. È stato salvato, non solo guarito, perché ha davvero avuto fede in Gesù, ha riconosciuto in lui non tanto il guaritore, quanto il Salvatore, il Figlio di Dio. Perché fede non significa credere in modo astratto all'esistenza di Dio, ma riconoscere e sperimentare che Egli è la nostra salvezza.


Per Riflettere e Preghiera Finale


Facilmente invochiamo Dio nel bisogno, ma quando tutto va bene sentiamo talvolta di poter bastare a noi stessi, e non sempre ci rendiamo conto di quanto realmente Dio ci manca. Ma senza di Lui nella nostra vita, quale ne è il senso? Impariamo a farci sempre più intimi con Dio, con la preghiera e la frequenza costante ai sacramenti, e sapremo riconoscere che Gesù Salvatore è Via, Verità e Vita.


Se la ferita ti duole, Lui è il Medico.
Se la febbre ti brucia, Lui è la Fonte.
Se l'iniquità ti perseguita, Lui è la Giustizia.
Se la debolezza ti estenua, Lui è la Forza.
Se la morte ti spaventa, Lui è la Vita.
Se il Cielo ti attrae, Lui è la Via.
Se il buio ti sommerge, Lui è la luce.
Se la fame ti consuma, Lui è il Cibo.
(Sant'Ambrogio)






 


Home Page