Ascolta e Medita Marzo 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Crocifissi da Parete e da Tavolo
di San Benedetto, di San Damiano e Tradizionali Produzione Artigianale Nazionale

Libreria Edizioni Paoline

La Via Crucis - Le 14 stazioni
La Via Crucis (dal latino, Via della Croce - anche detta Via Dolorosa) è un rito della Chiesa cattolica con cui si ricostruisce e commemora il percorso doloroso di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota......




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Marzo 2018 Questo mese è stato curato da: Michela e Roberto Roncella Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Martedì 20 marzo 2018
Nm 21, 4-9; Sal 101
Vangelo secondo Giovanni (8, 21-30)

Santo del Calendario di Oggi:
20 Marzo - San Serapione di Thmuís vescovo




Ricerca all'interno del sito novena.it


Preghiera Iniziale


Ho sperato, ho sperato nel Signore,
ed egli su di me si è chinato,
ha dato ascolto al mio grido.
Sacrificio e offerta non gradisci,
gli orecchi mi hai aperto,
non hai chiesto olocausto né sacrificio per il peccato.
Allora ho detto: «Ecco, io vengo.
Nel rotolo del libro su di me è scritto
di fare la tua volontà:
mio Dio, questo io desidero;
la tua legge è nel mio intimo».
Ho annunciato la tua giustizia nella grande assemblea;
vedi: non tengo chiuse le labbra, Signore, tu lo sai.
Non ho nascosto la tua giustizia dentro il mio cuore,
la tua verità e la tua salvezza ho proclamato.
(Salmo 39)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «Io vado e voi mi cercherete, ma morirete nel vostro peccato. Dove vado io, voi non potete venire». Dicevano allora i Giudei: «Vuole forse uccidersi, dal momento che dice: “Dove vado io, voi non potete venire”?».
E diceva loro: «Voi siete di quaggiù, io sono di lassù; voi siete di questo mondo, io non sono di questo mondo. Vi ho detto che morirete nei vostri peccati; se infatti non credete che Io Sono, morirete nei vostri peccati».
Gli dissero allora: «Tu, chi sei?». Gesù disse loro: «Proprio ciò che io vi dico. Molte cose ho da dire di voi, e da giudicare; ma colui che mi ha mandato è veritiero, e le cose che ho udito da lui, le dico al mondo». Non capirono che egli parlava loro del Padre.
Disse allora Gesù: «Quando avrete innalzato il Figlio dell'uomo, allora conoscerete che Io Sono e che non faccio nulla da me stesso, ma parlo come il Padre mi ha insegnato. Colui che mi ha mandato è con me: non mi ha lasciato solo, perché faccio sempre le cose che gli sono gradite». A queste sue parole, molti credettero in lui.

Medita


Al centro di questo dialogo c'è l'interrogativo che la folla pone a Gesù: «Chi sei?». Non possiamo del tutto biasimare la durezza degli interlocutori di fronte alle affermazioni dirette di Gesù. Per due volte Gesù usa l'espressione «Io Sono», la stessa che nelle scritture Dio usa per rispondere a Mosè sull'Oreb, che desiderava conoscerne il nome.
Rispondere come Dio, dichiarare un'unione intima e continua con Dio, al punto da poter affermare di agire su suo mandato e in perfetta comunione: il senso delle parole di Gesù è questo, e di fronte a questo ci si può interrogare dubbiosi, fingere di non aver capito, stracciarsi le vesti per la palese carica blasfema, credere cercando di capire.
Di fronte a Gesù che si rivela troviamo infatti tutto lo spettro delle possibili risposte, ed è proprio lui che ci svela il percorso che apre alla comprensione e che permetterà a chi ha il cuore aperto di conoscerne la natura e l'origine. La chiave è ancora una volta nell'essere innalzato, un'azione che certo dà visibilità, onori nella visione umana, dolore e morte su una croce nella profezia di Gesù, e che solo un amore estremo e coinvolgente può motivare.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Sulla strada buia della nostra vita è apparsa la luce di un amore, di qualcuno che è venuto in mezzo a noi che ha detto che stava con noi perché ci amava e che ha dimostrato il suo amore donando a noi la sua vita, accettando di amarci fino a morire per noi; regalandoci un amore più forte della morte… Con Gesù l'amore diventa forte, tanto forte da diventare eterno, la vita spesa nell'amore diventa una vita che resta, che vale, che niente, nemmeno la morte, può sopprimere del tutto. (Don Adriano Valleggi)

Aiutaci, signore, a comprendere che proprio nella croce,
nella sconfitta, nella umiliazione
si manifesta la tua gloria di amore gratuito per l'uomo,
si manifesta la tua natura più intima.
Perché tu sei colui che si dona senza limiti
e il tuo donarti così non appare nel tuono,
nel vento, nella tempesta, nella vittoria sui nemici. […]
Soprattutto appare quando tu, o Signore, hai dato tutto fino in fondo,
quando non hai più nulla che tu non abbia già dato per me.
Questa è la tua gloria pur se non riusciamo a esprimerla con parole adeguate.
Signore, fa' che comprendiamo il mistero della tua gioia,
della tua gloria e della croce.
(Carlo Maria Martini)

Padri della Chiesa - Brani scelti per il mese di Marzo

Dio si manifesta come medico dell’anima

Questa è stata dunque la magnanimità di Dio. Egli ha permesso che l’uomo passasse attraverso tutte le situazioni e conoscesse la morte per giungere poi alla risurrezione dai morti e apprendere per esperienza da quale male è stato liberato.
Così avrebbe reso sempre grazie al Signore per aver ricevuto da lui il dono dell’incorruttibilità; avrebbe compreso di essere, lui, mortale e debole, mentre Dio è talmente immortale e potente che dà l’immortalità al mortale e l’eternità al temporale; avrebbe conosciuto anche tutte le altre opere prodigiose di Dio, manifeste in lui stesso e, edotto da quelle, avrebbe percepito, per quanto concerne Dio, quanto Dio è grande. Dio, infatti, è la gloria dell’uomo e l’uomo è il ricettacolo dell’operazione di Dio e di tutta la sua sapienza e potenza. Come il medico dà prova di sé in coloro che sono malati, così Dio si manifesta negli uomini. Per questo Paolo dice: «Dio ha rinchiuso tutti nella disobbedienza, per usare a tutti misericordia» (Rm 11,32).

Ireneo di Lione, Contro le eresie 3,20,2



Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme Edizioni EDB - La Bibbia Via Verita' e Vita Edizioni San Paolo - La Bibbia Testo C.E.I. Sconto 15%


Home Page