Ascolta e Medita Marzo 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Crocifissi da Parete e da Tavolo
di San Benedetto, di San Damiano e Tradizionali Produzione Artigianale Nazionale

Libreria Edizioni Paoline

La Via Crucis - Le 14 stazioni
La Via Crucis (dal latino, Via della Croce - anche detta Via Dolorosa) è un rito della Chiesa cattolica con cui si ricostruisce e commemora il percorso doloroso di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota......




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Marzo 2018 Questo mese è stato curato da: Michela e Roberto Roncella Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Sabato 10 marzo 2018
Os 6, 1-6; Sal 50
Vangelo secondo Luca (18, 9-14)

Santo del Calendario di Oggi:
10 Marzo - San Domenico Savio




Ricerca all'interno del sito novena.it


Preghiera Iniziale


Lavami tutto dalla mia colpa,
dal mio peccato rendimi puro.
Distogli lo sguardo dai miei peccati,
cancella tutte le mie colpe.
Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca proclami la tua lode.
Tu non gradisci il sacrificio;
se offro olocausti, tu non li accetti.
Uno spirito contrito è sacrificio a Dio;
un cuore contrito e affranto tu, o Dio, non disprezzi.
(Salmo 50)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che avevano l'intima presunzione di essere giusti e disprezzavano gli altri: «Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l'altro pubblicano. Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: “O Dio, ti ringrazio perché non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte alla settimana e pago le decime di tutto quello che possiedo”.
Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: “O Dio, abbi pietà di me peccatore”.
Io vi dico: questi, a differenza dell'altro, tornò a casa sua giustificato, perché chiunque si esalta sarà umiliato, chi invece si umilia sarà esaltato».

Medita


La prima alleanza ha donato al popolo scelto la legge: un dono grande, parole scolpite sulle tavole che orientano e costituiscono l'ossatura del vivere insieme. Ma alla fine con un grande limite, dovuto alla durezza dei cuori: la norma—conosciuta e osservata—non è più il punto di partenza per una ricerca di senso ulteriore, ma il compimento di un dovere che mi permette di rivolgermi a Dio, di pregarlo, “alla pari”, in piedi, viso a viso. Di ringraziarlo, anche, con la coscienza di essere a posto, irreprensibile, autorizzato a disprezzare chi si dibatte nella melma del furto, dell'ingiustizia, del tradimento quotidiano della purezza.
Gesù ci svela un modo nuovo di creare un rapporto vero, con il Dio del tempio. Rispettoso nei gesti, nello sguardo, interiore, che parte dal cuore e dalla consapevolezza di essere incapaci di rispondere in modo adeguato all'amore grande, che può donare vita e felicità, onesto nel riconoscimento del limite, fiducioso nella richiesta di perdono, incapace di accampare meriti e di disprezzare.
E questo è l'unico modo, è la conclusione di Gesù, nel quale Dio ascolta.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Con la parabola del fariseo e del pubblicano il Signore dice chiaramente con quale atteggiamento ognuno deve entrare in chiesa. Senza il pentimento crescono le accuse e da queste accuse nascono le inimicizie, le inquietudini, perfino la guerra. Il nostro pentimento davanti a Dio non serve soltanto alla salvezza personale, ma anche alla salvezza del mondo che ci circonda. Così diventeremo segno vivente della speranza in mezzo agli uomini, che rifiutano le loro colpe o vengono schiacciati da esse. (Papa Giovanni Paolo II, Vienna, 12 settembre 1983)

Nella tua tenerezza, o Dio,
ascolta la nostra preghiera
e da' pace a tutti coloro
che ti confessano la loro miseria:
quando la nostra coscienza ci accusa di peccato,
la tua misericordia,
più grande della nostra coscienza,
ci assicuri il tuo perdono
in Gesù Cristo tuo Figlio,
nostro Signore e Salvatore,
vivente ora e nei secoli dei secoli.
(Comunità monastica di Bose)

Padri della Chiesa - Brani scelti per il mese di Marzo

Falsa e giusta speranza

Se sei risalito dalla disperazione, ascolta ora come risalire da una speranza mal riposta e fondarti nella giusta speranza.
Ascolta cosa dice il Signore a te che speri in modo sbagliato e differisci di giorno in giorno:«Non aspettare a convertirti a Dio e non rimandare di giorno in giorno» (Sir 5,7).
Sono parole di Dio, non mie. Non è da me che le avete udite, ma io le odo con voi.
«Non aspettare», dice, «a convertirti al Signore ». Tu invece rispondi: «Domani, domani ». Ah, voce di corvo. Testa bianca e cuore nero.
«Domani, domani» è parlare da corvo. Il corvo non fece ritorno all’arca, mentre la colomba ritornò. Cessi lo strepito del corvo e risuoni il gemito della colomba.
Colui che si preoccupa per te ti lancia questo grido: «Non aspettare a convertirti a Dio e non ritardare di giorno in giorno, perché improvvisa scoppierà la sua ira e al tempo del castigo ti annienterà ».

Cesario di Arles, Sermone 17,6



Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme Edizioni EDB - La Bibbia Via Verita' e Vita Edizioni San Paolo - La Bibbia Testo C.E.I. Sconto 15%


Home Page