CROCIFISSI DI SAN DAMIANO

Crocifissi San Damiano in Argento, Legno e in Vetro di Murano Varie Misure



VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno
/ Il Santo del Calendario:


Ascolta e Medita Maggio 2017- Questo mese è stato curato da: Cristina e Emanuele Cattin, Michela e Paolo Buti Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Torna su: Indice Mese MAGGIO 2017



Mercoledì 10 maggio 2017
At 12, 24-13, 5; Sal 66
Vangelo secondo Giovanni (12, 44-50)

Preghiera Iniziale

Dio abbia pietà di noi e ci benedica,
su di noi faccia splendere il suo volto;
perché si conosca sulla terra la tua via,
la tua salvezza fra tutte le genti.
Ti lodino i popoli, o Dio,
ti lodino i popoli tutti.
Gioiscano le nazioni e si rallegrino,
perché tu giudichi i popoli con rettitudine,
governi le nazioni sulla terra.
(Salmo 66)

Ascolta Vangelo

In quel tempo, Gesù esclamò: «Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato. Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.
Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo.
Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell'ultimo giorno. Perché io non ho parlato da me stesso, ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire. E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me».



Medita

Con queste parole del Vangelo di Giovanni, Gesù chiude il suo insegnamento pubblico. Fa una sintesi completa del suo messaggio, dove ogni parola è distillata, è piena; per dirla in termini moderni, è un ipertesto che apre mille altri collegamenti. Afferma Gesù: “Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato”. Gesù è l'Apostolo del Padre, il suo Inviato. Lui non parla per sé, porta una Parola altra, “alta”. La sua è Parola del Padre. Il Padre parla per mezzo di Lui e per mezzo di Lui compie le sue opere. Pertanto chi crede in Cristo crede in Dio. È lui la porta, il tramite, il passaggio. Senza la fede in Cristo non c'è vera fede in Dio.
“Chi vede me, vede colui che mi ha mandato”. Gesù è la manifestazione in carne umana del Padre. Rappresenta la verità, carità, misericordia, bontà, salvezza di Dio. Lui solo è luce per natura. Tutti gli altri per natura sono tenebra, ma possono, illuminati da Cristo, essere testimoni della luce vera.
“Non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo”. Gesù non è venuto come Giudice, non farà una partita doppia, dove per ogni individuo separerà il dare dall'avere. Gesù viene come Salvatore e Redentore. Sta a noi giudicare la verità della sua Parola e delle sue opere per aprirci alla luce. È come una mano stretta a pugno: solo se si apre alla verità sarà in grado di raccogliere i doni che scendono dall'alto.




Per Riflettere

Beato chi possiede uno sguardo buono, perché sa cogliere negli altri la bellezza e non è mai scandalizzato né paralizzato dal male che vede. (Enzo Bianchi)


O alto e glorioso Dio,
illumina le tenebre del cuore mio.
Dammi una fede retta, speranza certa,
carità perfetta e umiltà profonda.
Dammi, Signore, senno e discernimento
per compiere la tua vera e santa volontà. Amen.
(San Francesco)






Torna su: Indice Mese MAGGIO 2017
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato

Home Page



Home Page