Mattonelle di Ceramica. Montate su cornice di legno idea-regalo come bomboniere per battesimi, comunioni, matrimonio e ricorrenze in genere

Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

L'uomo in Preghiera - Catechesi di Benedetto XVI
in cammino nella“Scuola della preghiera” - “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)

Ascolta e Medita Giugno 2017- Questo mese è stato curato da: Caterina Guidi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Torna su: Indice Mese GIUGNO 2017



Domenica 18 giugno 2017
Dt 8, 2-3.14b-16a; Sal 147; 1Cor 10, 16-17
Vangelo secondo Giovanni (6, 51-58)
Santissimi Corpo e Sangue di Cristo


Preghiera Iniziale


Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
tra gli uomini retti riuniti in assemblea.
Grandi sono le opere del Signore:
le ricerchino coloro che le amano.
Il suo agire è splendido e maestoso,
la sua giustizia rimane per sempre.
Ha lasciato un ricordo delle sue meraviglie:
misericordioso e pietoso è il Signore.
Egli dà il cibo a chi lo teme,
si ricorda sempre della sua alleanza.
Mandò a liberare il suo popolo,
stabilì la sua alleanza per sempre.
Santo e terribile è il suo nome.
(Salmo 110)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?».
Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».


“Non si può respirare come cristiani, direi di più, come cattolici, con un solo polmone; bisogna aver due polmoni, cioè quello orientale e quello occidentale” (Giovanni Paolo II, Allocutio Lutetiae Parisiorum ad Christianos fratres a Sede Apostolica seiunctos habita, 31 maggio 1980: AAS 72 [1980] 704).
LA PREGHIERA CONTINUA e la preghiera di Gesù di: Matta El Meskin, (Matteo il Povero)

Alla luce della Parola (come leggere la Bibbia) Matta el Meskin (Matteo il Povero)

Medita


L'Eucaristia e i brani della Parola che le ruotano attorno sono divenute realtà abbastanza familiari per noi cristiani, per non dire talvolta scontate. Ogni domenica ci troviamo attorno alla Mensa, e durante l'anno la Liturgia più volte ci porta a riflettere sul mistero del Pane e del Vino. Ma le parole del Vangelo di oggi devono essere suonate terribili agli orecchi degli ascoltatori del tempo: gli israeliti più radicali, così attenti al cibo, al corpo, alle contaminazioni, a ciò che è puro e che non lo è… come avranno reagito a un messaggio apparentemente così crudo? Si parla di carne e sangue, non di idee, amicizie, sensazioni e convinzioni. La dimensione umana, corporale e concreta di Gesù, donata a noi attraverso l'Eucaristia, si presenta oggi attraverso il testo evangelico per ricordarci che nulla deve spaventarci di ciò che è umano, concreto, fisico. Dio ci ha creati, e nulla di quello che ha fatto è impuro o sbagliato; attraverso la sua opera passa la Salvezza, una salvezza fatta non solo di parole ma—soprattutto—di carne e sangue. L'Eucaristia non è un “di più”, rispetto all'annuncio della Buona Notizia; non risponde alla necessità di creare dei riti nuovi per la Chiesa nascente. È ciò su cui Gesù conta per tenere unita la Chiesa: una Chiesa che sarebbe fragile se si nutrisse solo di parole o rituali e che diventa forte solo se fondata sul corpo e sul sangue stessi di Cristo.


Per Riflettere

Solo se partiamo dall'Eucaristia allora ciò che faremo avrà davvero il marchio di origine controllata, come dire, avrà la firma d'autore del Signore. Attenzione: non bastano le opere di carità, se manca la carità delle opere. Se manca la sorgente, se manca il punto di partenza che è l'Eucaristia, ogni impegno pastorale risulta solo una girandola di cose. (Don Tonino Bello)


Gesù, tu ti fai nostro.
Ci attiri verso di te presente,
presente in forma misteriosa.
Tu sei presente, come il singolare
pellegrino di Emmaus,
che raggiunge, avvicina,
accompagna, ammaestra
e conforta gli sconsolati viandanti
nella sera delle perdute speranze.
Tu sei presente nel silenzio
e nella passività dei segni sacramentali,
quasi che tu voglia insieme velare
e tutto svelare di te,
in modo che solo chi crede comprenda,
e solo chi ama possa veramente ricevere.
(Paolo VI)





Torna su: Indice Mese GIUGNO 2017
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato

Home Page


18 DVD Le grandi storie della Bibbia Sconto di oltre 33%

Abramo - Giacobbe - Mosè - Giuseppe - Sansone e Dalila - Genesi - Salomone - Davide - Geremia - Gesù - Ester - San Paolo - San Pietro - Giuseppe di Nazareth - Tommaso - Maria Maddalena - Giuda - San Giovanni



Home Page