Ascolta e Medita Gennaio 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Gennaio 2018 Questo mese è stato curato da: Benedetta e Adriano Cerri, Giovanni Mascellani, Donatella Bouillon Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Venerdì 26 gennaio 2018
2Tm 1, 1-8 opp. Tt 1, 1-5; Sal 95
Vangelo secondo Luca (10, 1-9)




Preghiera Iniziale


Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
Cantate al Signore, benedite il suo nome.
Annunciate di giorno in giorno la sua salvezza.
In mezzo alle genti narrate la sua gloria,
a tutti i popoli dite le sue meraviglie.
(Salmo 95)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all'altra.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».


Medita


“Gesù manda i discepoli a due a due, perché vivano innanzitutto in comunione e siano l'uno sostegno per l'altro, l'uno regola all'altro nelle tentazioni; due a due affinché la missione non sia un'azione di uomini singolari e individualisti”. In due non per compiere grandi cose, ma per testimoniare che è possibile vivere umanamente e con amore le relazioni interpersonali e che è possibile far regnare Dio nelle nostre povere vite.
Li invia come pecore tra i lupi e senza niente di materiale in cui poter riporre le proprie sicurezze. Li vuole inermi, deboli, fragili, consapevoli di essere testimoni, con la loro vita estrema, della totale dipendenza di ciascuno dall'amore del Padre e di Gesù Cristo. Pecore tra i lupi anche per testimoniare che così gli inviati preparano quel giorno escatologico in cui “il lupo dimorerà insieme con l'agnello” e ogni logica di sopraffazione o di violenza sarà finalmente dissolta dall'amore.


Per Riflettere e Preghiera Finale

Questa pagina evangelica può sembrarci radicale, severa nelle richieste relative allo stile missionario, ma in verità per ogni inviato si tratta di essere figlio nel Figlio, vivendo la missione che il Figlio stesso ha ricevuto dal Padre quando è stato da lui inviato nel mondo. (Enzo Bianchi)


Signore, non è facile andare a due a due,
questo chiede sempre la disponibilità a morire,
a perdere o modificare la propria idea…
Che sciocchi! Se tra i due ci sei tu,
allora la proposta vincente sarà la tua,
non sarà ne la mia, né la sua, ma la tua.
E la tua proposta è sempre quella giusta!
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 


Home Page