Ascolta e Medita Gennaio 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Gennaio 2018 Questo mese è stato curato da: Benedetta e Adriano Cerri, Giovanni Mascellani, Donatella Bouillon Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Lunedì 22 gennaio 2018
2Sam 5, 1-7.10; Sal 88
Vangelo secondo Marco (3, 22-30)




Preghiera Iniziale


Ho trovato Davide, mio servo,
con il mio santo olio l'ho consacrato;
la mia mano è il suo sostegno,
il mio braccio è la sua forza.
Su di lui non trionferà il nemico
né l'opprimerà l'uomo perverso.
Annienterò davanti a lui i suoi nemici
e colpirò quelli che lo odiano.
La mia fedeltà e il mio amore saranno con lui
e nel mio nome s'innalzerà la sua fronte.
(Salmo 88)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni».
Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito.
Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa.
In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna».
Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».


Medita


Colpisce la difficoltà degli scribi a comprendere chi è Gesù, nonostante abbiano percorso tanta strada (circa 120 km) per arrivare in Galilea addirittura da Gerusalemme. Sembra un paradosso, sono così ostinati nel loro scetticismo e nelle loro convinzioni da arrivare alla conclusione che Gesù opera il bene perché è animato dallo spirito del male. La scelta del nome del demonio che utilizzano per apostrofarlo è intenzionale: tra le centinaia di dèmoni nei quali il popolo credeva, per ridicolizzare e mettere in difficoltà Gesù, gli scribi scelgono Belzebul. Questo nome, composto da Baal (“Signore”) e Zebuh (“mosche”) (quindi “Signore delle mosche”) si riferisce a una forma di idolatria, condannata duramente in tutto l'Antico Testamento. Poiché a questa divinità si rivolgevano anche gli Israeliti per ottenere guarigione, sembra che i farisei abbiano deformato il suo nome in Zebul, che significa “letame” (quindi “Signore del letame”). Con questa scelta non casuale essi vogliono invitare il popolo a stare proprio alla larga da Gesù.
Gesù non sembra preoccuparsi troppo per la loro calunnia e si mette a narrare alcune parabole per ricondurli ad una visione più pacata e a una rivelazione superiore. Li richiama a seguire un percorso che si apra alla verità, a riconoscere che in lui si manifesta il volto di Dio per evitare di rendere inefficace la misericordia divina.


Per Riflettere e Preghiera Finale

“La salvezza, il perdono sono gratuito dono del Signore, ma presuppongono la disponibilità ad accoglierlo. Dio non nega mai il suo perdono, è l'uomo che può rifiutarlo. Non c'è colpa di fronte alla quale la misericordia di Dio cessi di effondersi. Posso essere il peccatore più incallito, posso aver commesso le più orribili malvagità, ma nel momento in cui mi spalanco alla grazia, permettendo a Dio di rigenerarmi con il suo perdono, io posso tornare ad essere una creatura nuova”.


Signore,
ti chiediamo il dono dello Spirito,
che rende semplici e puri di cuore,
per saper leggere ed accogliere
la luminosità dei tuoi gesti e delle tue parole;
solo così non cadremo
nell'abisso del male
che non può essere perdonato.
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 


Home Page