Ascolta e Medita Gennaio 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Gennaio 2018 Questo mese è stato curato da: Benedetta e Adriano Cerri, Giovanni Mascellani, Donatella Bouillon Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Sabato 20 gennaio 2018
2Sam 1, 1-4.11-12.17.19.23-27; Sal 79
Vangelo secondo Marco (3, 20-21)




Preghiera Iniziale


Tu, pastore d'Israele, ascolta,
tu che guidi Giuseppe come un gregge.
Seduto sui cherubini, risplendi
davanti a Èfraim, Beniamino e Manasse.
Risveglia la tua potenza
e vieni a salvarci.
Signore, Dio degli eserciti,
fino a quando fremerai di sdegno
contro le preghiere del tuo popolo?
Tu ci nutri con pane di lacrime,
ci fai bere lacrime in abbondanza.
Ci hai fatto motivo di contesa per i vicini
e i nostri nemici ridono di noi.
(Salmo 79)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù entrò in una casa e di nuovo si radunò una folla, tanto che non potevano neppure mangiare.
Allora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: «È fuori di sé».


Medita


Poche righe, brevi e lapidarie, nel vangelo di oggi. Sarebbe difficile dare loro un senso senza considerare ciò che abbiamo letto gli scorsi giorni: giovedì abbiamo visto Gesù in mezzo alla folla, che si esalta per le guarigioni che vede, ma non è in grado di costruire un vero dialogo con il Signore; ieri invece Gesù era sul monte, insieme ai suoi amici più stretti che chiama per nome e con i quali desidera una condivisione totale della vita. Oggi Gesù scende di nuovo in mezzo alla folla, e subito ricomincia la calca ed insieme con essa l'incomprensione; qui, addirittura, gli stessi “suoi” di Gesù non riescono più a capire cosa sta succedendo e hanno paura che tutta questa celebrità, per altro non ricercata, possa dare alla testa a Gesù. Dunque, tra chi reagisce in un modo e chi nell'altro, sembra che nessuno abbia effettivamente interesse ad ascoltare Gesù per ciò che dice ed accoglierlo per ciò che è.
Come al solito, è il comportamento di Gesù il modello che dobbiamo prendere ad esempio per le nostre vite: Gesù rifiuta di essere trattato come una star, vuole una fede che tocchi la persona in profondità; ma rifiuta anche di rendere la fede un puro fatto privato, da non esporre in pubblico per non rischiare di essere fraintesi. Persino nella confusione della folla è necessario vivere una testimonianza che si presenta come chiamata per nome, invito a condivedere ciò che ci sta maggiormente a cuore nella vita. La fede è sterile se vissuta solo per se stessi.


Per Riflettere e Preghiera Finale

Sono in grado di testimoniare la mia fede? Non servirebbe e sarebbe controproducente ostentarla come una bandiera. Molto meglio viverla coerentemente ed essere “pronti a dare ragione della speranza che è in noi”, “con dolcezza e rispetto” (1Pt 3, 15).

Non abbiate paura!
Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!
Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli stati,
i sistemi economici come quelli politici,
i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo.
Non abbiate paura! Cristo sa cosa è dentro l'uomo. Solo lui lo sa!
(San Giovanni Paolo II)
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 


Home Page