Ascolta e Medita Gennaio 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Gennaio 2018 Questo mese è stato curato da: Benedetta e Adriano Cerri, Giovanni Mascellani, Donatella Bouillon Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Domenica 7 gennaio 2018
Is 55, 1-11; Is 12, 2-6; 1Gv 5, 1-9
Vangelo secondo Marco (1, 7-11)
Battesimo del Signore




Preghiera Iniziale


O voi tutti assetati, venite all'acqua,
voi che non avete denaro, venite; comprate e mangiate;
venite, comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte.
Perché spendete denaro per ciò che non è pane,
il vostro guadagno per ciò che non sazia?
Su, ascoltatemi e mangerete cose buone
e gusterete cibi succulenti.
Porgete l'orecchio e venite a me, ascoltate e vivrete.
(Isaia 55, 1-3)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, subito, uscendo dall'acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento».



Medita


Nella versione di Marco, il racconto del battesimo del Signore è molto sobrio ed essenziale. In apertura le parole di Giovanni danno voce alla lunga attesa, da parte dell'umanità, della venuta del Salvatore. Poi ecco l'arrivo di Gesù e la sua volontà, apparentemente incomprensibile, di farsi battezzare da Giovanni. Il Figlio di Dio si fa uno dei tanti. Si mescola con la folla, si mette in fila con i più poveri ed emarginati; si fa compagno, entra in contatto con la miseria dell'umanità nella sua espressione più drammatica e profonda, cioè il peccato. Il Salvatore scende nel Giordano come un peccatore. Colui che riemerge dall'acqua è il nuovo Adamo, l'uomo nuovo.
Oggi il Cristo intraprende la propria missione, che è quella di mostrare al mondo il volto del Padre, affinché l'umanità si lasci immergere nello Spirito di Dio. Se Giovanni fino a quel momento aveva potuto purificare, togliere, preparare, solo colui che «è più forte» può creare qualcosa di nuovo, solo lo Spirito Santo può dare vita. Perciò si può dire che con il battesimo di Gesù l'umanità ricomincia su basi nuove. Tuttavia essa dovrà ancora passare attraverso l'esperienza della morte ed entrare quindi nella gloria della risurrezione, perché «Egli è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con l'acqua soltanto, ma con l'acqua e con il sangue» (1Gv 5, 6).


Per Riflettere e Preghiera Finale

«Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento». Queste parole piene di amore e tenerezza rivelano com'è fatto il cuore del nostro Dio. Se pensiamo che il Padre ha anteposto la nostra salvezza alla vita del Suo Figlio amato, quanto saranno vere queste parole anche per ciascuno di noi?

Dove è amore e sapienza,
ivi non è timore né ignoranza.
Dove è pazienza e umiltà,
ivi non è ira né turbamento.
Dove è povertà con letizia,
ivi non è cupidigia né avarizia.
Dove è quiete e meditazione,
ivi non è né preoccupazione né dissipazione.
Dove è il timore del Signore a custodire la casa,
ivi il nemico non può trovare via d'entrata.
Dove è misericordia e discrezione,
ivi non è né superbia né durezza.
(San Francesco d'Assisi)
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 


Home Page