Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
Documenti - La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Cliccami - Richiesta di Amicizia Seguici su Facebook


Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento




Quadri Sacri realizzati con lastre di Argento 925% Clic per Info

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati

Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria


18 film in DVD tutti da vedere e collezionare in famiglia
18 DVD
- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


DOMENICA 29 Gennaio 2012
Vangelo secondo Marco (1,21-28)


Questo Mese è stato interamente curato da
Don Piero Dini



Ascolta



In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,]insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnaménto nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.










Medita


Appena arrivato a Cafarnao, ed entrato nella sinagoga, Gesù comincia ad insegnare. L’annuncio della Parola di Dio è urgente, non può aspettare! Ma – ce ne accorgiamo subito – l’autorevolezza con cui Gesù lo fa non gli viene dalla Legge, dalla conoscenza dei testi o dalla tradizione. Gesù insegna perché è “autorizzato” da qualcun Altro, da Dio stesso; questo traspare chiaramente dalle sue parole, che hanno una forza intrinseca rigenerante e liberatrice, mai percepita prima. È una parola “nuova” che si rivolge direttamente al cuore e i presenti ne rimangono sconvolti, nonostante non abbiano ben chiara l’identità del falegname di Nazareth. Invece, lo spirito del Male non ha dubbi sull’autorità di Gesù ed esordisce ribadendo con forza il rifiuto e la diffidenza tipici di molti: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno?». Ma Gesù non lascia spazio al Maligno ed esprime con forza la sua supremazia, comandandogli di tacere e di andarsene, senza discussioni.
In questa domenica, guardando anche le altre letture bibliche che la liturgia ci propone, vediamo quanto sia importante la figura del Profeta, di colui che parla con autorevolezza e agisce – con autorevolezza – a nome di Dio. Dio, da sempre, ha suscitato profeti tra gli uomini in vista di Cristo. Ed anche oggi quindi continua a suscitarne per risvegliare le nostre coscienze e combattere il Maligno. Allora, sull’esempio di Gesù e prendendo la forza da Lui, ciascuno di noi è chiamato ad interrogarsi su come manda avanti questa personale ed ecclesiale missione di Salvezza e di pace di cui oggi c’è sempre maggiore bisogno nella nostra società. Che tipo di autorevolezza abbiamo noi nel condurre questa missione profetica che porta salvezza al mondo? Cosa ci manca per essere maggiormente profeti autentici?

Per Riflettere



Un progetto di educazione alla pace richiede un contesto sociale che offra le condizioni necessarie per un’esperienza quotidiana di relazioni costruttive e per una proposta educativa non resa vana dalle circostanze nelle quali si compie.








Ricerca personalizzata







OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA

Torna su: Home Page - Indice Mese di GENNAIO - 2012