Ascolta e Medita Febbraio 2018
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi







VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Ascolta e Medita Febbraio 2018 Questo mese è stato curato da: Fabiola, Matteo e Emanuele Tomasi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Martedì 6 febbraio 2018
1Re 8, 22-23.27-30; Sal 83
Vangelo secondo Marco (7, 1-13)

Santo del Calendario di Oggi: 06 Febbraio - Ss. Paolo Miki e compagni Martiri.




Preghiera Iniziale


Beato chi abita nella tua casa:
senza fine canta le tue lodi.
Beato l'uomo che trova in te il suo rifugio
e ha le tue vie nel suo cuore.
Passando per la valle del pianto
la cambia in una sorgente;
anche la prima pioggia
l'ammanta di benedizioni.
Cresce lungo il cammino il suo vigore,
finché compare davanti a Dio in Sion.

(Salmo 84)



Ascolta Vangelo


In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?».
Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me. Invano mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini”. Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini».
E diceva loro: «Siete veramente abili nel rifiutare il comandamento di Dio per osservare la vostra tradizione. Mosè infatti disse: “Onora tuo padre e tua madre”, e: “Chi maledice il padre o la madre sia messo a morte”. Voi invece dite: “Se uno dichiara al padre o alla madre: Ciò con cui dovrei aiutarti è korbàn, cioè offerta a Dio”, non gli consentite di fare più nulla per il padre o la madre. Così annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. E di cose simili ne fate molte».


Medita


Gesù pone dinanzi all'uomo il comandamento dell'amore che si pone al di sopra di ogni valore e tradizione. Talvolta infatti, questi ultimi divengono sterili e pesanti e non fanno che limitare e mortificare gli uomini.
Alcuni farisei e alcuni scribi giunti da Gerusalemme, dopo un lungo viaggio per incontrare Gesù, osservando i suoi discepoli, gli si rivolgono stupiti da un apparente errore, considerandoli come dei trasgressori delle norme che ormai da tempo si erano consolidate. Essi non si accorgono dunque di trovarsi di fronte al Messia, sono ormai offuscati e abituati a controllare ogni azione e comportamento alla luce dell'osservanza di quelle leggi prettamente umane, che solo in apparenza dimostrano l'osservanza delle leggi di Dio. Invece di essere fonte di purezza e libertà tali norme finivano per divenire una vera e propria schiavitù per tutto il popolo.
Il Cristo mostra invece il vero volto di Dio e si pone in una dimensione filiale, in quanto solo onorando il padre e la madre l'uomo può amare il Padre Celeste.
Venire meno a questa Parola di Vita, addirittura legittimando le proprie azioni come avviene ad esempio tramite il korban, inevitabilmente allontana da Dio. Questa usanza veniva praticata per compiere l'offerta al Tempio e secondo la tradizione giudaica l'oggetto non poteva servire più ad altri fini una volta dichiarato “sacro”. E nessuno, neanche in caso estrema necessità, poteva più vantare alcun diritto su di esso.
Una norma umana, seppur praticata dalla maggioranza, non può diventare prioritaria rispetto alla Parola di Dio, che rimane immensamente più grande della parola degli uomini, anche ai giorni nostri. Non è lecito alcun atteggiamento che annulli i comandamenti di Dio.
Dio è amore e chiede all'uomo soltanto amore, quell'amore che si fa forte con la cura del prossimo, diventa azione, diventa concretezza, diventa carne da mangiare.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Annullare la Parola di Dio, che è Parola di Vita, provoca la morte. Quali sono le tante piccole morti quotidiane che sperimento e induriscono il mio cuore?


O Dio, ti domandiamo la nostra fedeltà ai tuoi comandamenti,
condizione perché possiamo aderire all'alleanza
che tu hai proposto a noi, tue creature.
Fa' che traduciamo in pratica ciò che tu ci hai insegnato,
percorrendo la strada della libertà
e vivendo alla tua presenza in comunione con i fratelli.
La tua legge è l'amore: aiutaci a volere e ad amare ciò che tu vuoi
per la nostra felicità e la nostra libertà.



Abbi pietà di noi, Signore, abbi pietà di noi, privi di ogni giustificazione, noi peccatori ti rivolgiamo, o nostro Sovrano, questa supplica: abbi pietà di noi. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.
Signore, abbi pietà di noi: in te infatti, abbiamo riposto la nostra fiducia; non ti adirare oltremodo con noi, né ricordare i nostri peccati; ma misericordioso come sei, volgi su di noi il tuo sguardo benigno e liberaci dai nostri nemici. Tu infatti sei il nostro Dio e noi siamo il tuo popolo; tutti siamo opera delle tue mani ed abbiamo invocato il tuo nome. Ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen. (S. Macario il Grande)
Voglio Confessarmi Bene Voglio Confessarmi Bene!

"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero




 


Home Page