Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Elisa e Marco Castrucci

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Mercoledì 17 febbraio 2016
Vangelo secondo Luca (11, 29-32)
Gio 3, 1-10; Sal 50




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
Non respingermi dalla tua presenza
e non privarmi del tuo santo spirito.
(Salmo 50)

Ascolta


In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione.
Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.
Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».





Medita


Ciascuno di noi, in un momento diverso della sua vita, ha chiesto almeno un segno al Signore. Un segno della sua presenza di fronte a una guerra, alla morte di un familiare, a un attentato terroristico, alla perdita del lavoro, a una malattia: la nostra natura umana ha bisogno di segni. Il segno è qualcosa che indica la realtà, ma non è la realtà stessa! La nostra vita è piena di segni; la bellezza della fede sta nel coglierli con occhi di “provvidenza”, scorgendo in essi la presenza di Dio, anche laddove noi vediamo il male: lì c'è il segno più grande della misericordia e del perdono di Dio. Oggi il Vangelo ci rimanda alla storia di Giona che fu inghiottito dal pesce e poi restituito alla vita. Giona è stato un segno per i niniviti, simbolo di Gesù che muore e risorge, che dà la vita per noi. Siamo invitati a fidarci di Dio, senza “se” e senza “ma”.


Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video
I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


Per Riflettere

Se credo che Gesù Cristo è morto e risorto per noi, di quale altro segno sento di avere bisogno? Che cosa chiedo a Dio oggi?








Torna su: Indice Mese FEBBRAIO 2016




Home Page


Home Page