Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Dicembre 2016 - Questo mese è stato curato da: Maria Chiara e Giulio Vettori, Mario Cristofaro Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio



Venerdì 16 dicembre 2016
Is 56, 1-3a.6-8; Sal 66
Vangelo secondo Giovanni (5, 33-36)



Preghiera Iniziale


Il Signore sostiene quelli che vacillano
e rialza chiunque è caduto.
Il suo regno è regno di tutti i secoli,
il suo dominio si estende ad ogni generazione.
(Salmo 144)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai Giudei: «Voi avete inviato dei messaggeri a Giovanni ed egli ha dato testimonianza alla verità. Io non ricevo testimonianza da un uomo; ma vi dico queste cose perché siate salvati. Egli era la lampada che arde e risplende, e voi solo per un momento avete voluto rallegrarvi alla sua luce.
Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere che il Padre mi ha dato da compiere, quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato».




Medita


Giovanni, “il più grande tra i nati da una donna”, rende testimonianza alla verità prima annunciando la venuta di Colui “che viene dopo eppur prima di lui”, e poi, dopo il Battesimo, riconoscendolo come Gesù Figlio di Dio, l'agnello che toglie il peccato del mondo, l'uomo sul quale discende e rimane lo Spirito Santo di Dio.
Tutto questo ha testimoniato a chi lo ha interrogato: che Gesù è il vero Messia del Signore.
Gesù, pur riconoscendo la grandezza di Giovanni, non necessita tuttavia di testimonianze per dimostrare qualcosa, non usa gli atti prodigiosi compiuti per provare che Egli è il Figlio di Dio; è nella “lettura” di questi miracoli che si intravede l'Amore di Dio per noi, un amore per tutti, infinito ed incondizionato.
Quello stesso Amore che lo ha fatto nascere in una grotta con la sua famiglia e con due animali, solo seppur atteso da molti, e che lo ha fatto morire su una Croce solo, con la sua famiglia in mezzo a due ladroni, seppur fosse stato seguito da molti.
È possibile che questo messaggio a volte ci sfugga, impegnati come siamo nella ricerca dell'affermazione e nella conferma di noi stessi; possiamo però provare a rendere la nostra vita, quel dono che ci è stato fatto, come una bussola che indica il Padre. Certo anche le migliori bussole a volte sbagliano e portano fuori rotta, ma se allontaniamo ciò che “interferisce”, vedremo i nostri aghi orientarsi tutti verso la stessa Direzione, divenendo così giuste guide d'Amore.





Per Riflettere

Cosa interferisce con la mia bussola e mi porta a non andare nella direzione del Signore?






Torna su: Indice Mese DICEMBRE 2016

Home Page



Home Page