Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Dicembre 2016 - Questo mese è stato curato da: Maria Chiara e Giulio Vettori, Mario Cristofaro Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio



Domenica 4 dicembre 2016
Is 11, 1-10; Sal 71; Rm 15, 4-9
Vangelo secondo Matteo (3, 1-12)
Salterio: seconda settimana



Preghiera Iniziale


La voce del Signore è forza,
la voce del Signore è potenza.
La voce del Signore schianta i cedri,
schianta il Signore i cedri del Libano.
la voce del Signore scuote il deserto,
scuote il Signore il deserto di Kades.
Il Signore darà potenza al suo popolo,
il Signore benedirà il suo popolo con la pace.
(Salmo 29)


Ascolta Vangelo


In quei giorni, venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!». Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaìa quando disse: «Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!».
E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico. Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all'ira imminente? Fate dunque un frutto degno della conversione, e non crediate di poter dire dentro di voi: “Abbiamo Abramo per padre!”. Perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Io vi battezzo nell'acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».




Medita


In questa seconda domenica di Avvento il Vangelo ci propone la figura di Giovanni Battista, descritto dal profeta Isaia come una “voce”. Tra le tante che ascoltiamo intorno a noi in questo tempo ce n'è una che “grida nel deserto”.
La parola “deserto” richiama solitudine, ricordi, paure, tutto ciò che a volte caratterizza le nostre realtà concrete (malattia, difficoltà familiari, crisi, …). Spesso siamo proprio noi ad essere in un deserto, ed è proprio qui che la “voce” ci raggiunge, invitandoci a convertirci, a prepararci a raddrizzare i nostri sentieri, spesso pieni di ostacoli e deviazioni che rallentano il nostro cammino.
L'errore dei farisei e sadducei, che Giovanni chiama “razza di vipere”, sta proprio nel considerarsi salvi solo per il fatto di essere figli di Abramo. A volte capita pure a noi di pensare, come i farisei, di essere nel giusto solo perché cattolici, o, solo per il fatto di far parte della Chiesa, di avere garantita la salvezza.
Giovanni risponde a questo: “Io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli di Abramo”. Non conta quindi il nostro appartenere ad una religione piuttosto che ad un'altra, siamo tutti figli di Dio, ed Egli suscita figli ovunque, anche là dove sembrerebbe impossibile un filo di vita: una pietra! La riteniamo fredda, dura, impenetrabile; c'è forse vita in un sasso? Dio dice di si.





Per Riflettere

Cosa posso raddrizzare nel mio “sentiero”?






Torna su: Indice Mese DICEMBRE 2016

Home Page



Home Page