Ascolta e Medita Agosto 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Agosto 2017Questo mese è stato curato da: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Giovedì 31 agosto 2017
1Ts 3, 7-13;
Sal 89
Vangelo secondo Matteo (24, 42-51)


Preghiera Iniziale


Padre mi affido alle tue mani,
disponi di me secondo la tua volontà
qualunque essa sia.
Io ti ringrazio. Sono disposto a tutto.
Accetto tutto, purché la tua volontà
si compia in me e in tutte le tue creature.
Non desidero nient'altro, Padre.
Ti affido la mia anima, te la dono
con tutto l'amore di cui sono capace,
perché ti amo e sento il bisogno di donarmi a te,
di rimettermi fra le tue mani,
senza limiti, senza misura,
con una fiducia infinita
perché tu sei mio Padre.
(Charles De Foucauld)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Vegliate, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell'ora che non immaginate, viene il Figlio dell'uomo.
Chi è dunque il servo fidato e prudente, che il padrone ha messo a capo dei suoi domestici per dare loro il cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così! Davvero io vi dico: lo metterà a capo di tutti i suoi beni.
Ma se quel servo malvagio dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda”, e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a mangiare e a bere con gli ubriaconi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l'aspetta e a un'ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli ipocriti: là sarà pianto e stridore di denti».


Medita


Il brano richiama all'impegno della vigilanza e alle condizioni per entrare nel Regno dei cieli. Il culmine del discorso di Gesù sta nel confronto tra l'atteggiamento del servo fidato e prudente, che si impegna per il benessere dei suoi collaboratori, e quello del servo malvagio, che passa il suo tempo nella dissipazione e nella violenza. La parabola del servo fedele e vigilante, attento al servizio della casa e dei servi suoi confratelli, ci richiama l'esperienza della comunità cristiana, in cui i responsabili e tutti i battezzati corresponsabili sono chiamati a vigilare per il bene di tutti i suoi membri che attendono nella speranza operosa la venuta del Signore. La prospettiva della nuova manifestazione del Signore Gesù è di un'attenzione operativa, impegnata e costruttiva di familiarità nella vita quotidiana. Come il servo e il padrone del racconto evangelico, così per la Chiesa la parabola precisa il contenuto del vigilare e del vegliare, che esprimono l'atteggiamento di chi amministra saggiamente i beni consegnati e distribuisce a ciascuno Parola e Pane, i doni affidati in abbondanza; contrario l'atteggiamento di chi, confidando nell'assenza del padrone, si fa egli stesso padrone, opprimendo i fratelli utilizzando i beni ricevuti per affermare se stesso. Dunque “vigilare e vegliare” dovranno sempre essere attesa impegnata e impegnativa nella costruzione della carità fraterna, della giustizia, della santità della Chiesa.
L'immagine che Gesù dà del Regno escatologico è quella di una grande famiglia in cui i servi fedeli e prudenti godono di autonomia e della fiducia del padrone. L'accento è posto anche sulla casa, che rivela l'esigenza di un clima familiare, fraterno, comunitario; e, pur nella distribuzione dei compiti e dei ruoli, vediamo che il servo fedele e il padrone sono al servizio della famiglia, che è il popolo sacerdotale servitore dell'umanità; dunque in questo servizio alla casa del padrone e del servo scorgiamo la missione del prendersi cura a cui i cristiani sono continuamente chiamati.


Preghiera Finale

Le mie mani, coperte di cenere, segnate dal mio peccato e da fallimenti,
davanti a te, Signore, io le apro, perché ridiventino capaci di costruire
e perché tu ne cancelli la sporcizia.
Le mie mani, avvinghiate ai mie possessi e alle mie idee già assodate,
davanti a te, o Signore, io le apro,
perché lascino andare i miei tesori…
Le mie mani, pronte a lacerare e a ferire,
davanti a te, o Signore, io le apro,
perché ridiventino capaci di accarezzare.
Le mie mani, chiuse come pugni di odio e di violenza,
davanti a te, o Signore, io le apro,
deponi in loro la tua tenerezza.
Le mie mani si separano da loro peccato,
davanti a te, o Signore,
io le apro: attendo il tuo perdono.
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 

Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti, anelli originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page