Ascolta e Medita Agosto 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Agosto 2017Questo mese è stato curato da: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Il Santo del Calendario: 27 Agosto - S. Monica


Domenica 27 agosto 2017
Is 22, 19-23;
Sal 137; Rm 11, 33-36
Vangelo secondo Matteo (16, 13-20)
Salterio: prima settimana


Preghiera Iniziale


Credo, o Signore,
di essere alla tua presenza;
e ti adoro profondamente.
Illumina la mia intelligenza
e fortifica la mia volontà,
affinché la mia vita
venga pian piano trasformata
dall'incontro con te.
Spirito Santo crea in me un cuore nuovo,
capace di amare Cristo e i fratelli.
Che la mia preghiera
sia sostenuta dall'intercessione di Maria,
Madre della Chiesa
e modello di disponibilità alla voce di Dio.


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell'uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».
Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».
E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».
Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Cristo.


Medita


L'episodio a Cesarea di Filippo rappresenta una delle grandi svolte del Vangelo di Matteo; abbiamo una duplice domanda di Gesù ai suoi discepoli circa la valutazione della sua persona: “La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?”. E la risposta dell'opinione pubblica, che pensa al Battista, ad Elia, a Geremia o a uno dei profeti, rimane in superficie e ai margini della realtà vera e profonda. La risposta di Simon Pietro, data a nome degli altri discepoli ai quali era stata rivolta l'altra domanda: “E voi chi dite che io sia?” coglie nel segno: “Tu, sei il Cristo, il Figlio del Dio Vivente”. La professione di fede di Pietro risuona nella Chiesa di ogni tempo; per questa risposta Gesù proclama la beatitudine di Pietro: “Beato sei tu, Simone figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli”. Beato Simone, non per suo merito, ma per la rivelazione concessa dal Padre; all'origine della professione di fede di Pietro non stanno le sue capacità e le sue risorse, ma la grazia illuminante di Dio che gli ha confidato il segreto della persona del Figlio suo Gesù Cristo. Da parte di Gesù c'è in questa circostanza gonfia di grazia l'elezione di Pietro a responsabile della comunità cristiana, dove egli viene chiamato a “legare e sciogliere”, a interpretare la legge secondo le Scritture. L'apostolo è costituito dunque interprete autorizzato del comandamento del Signore nella comunità cristiana.
Gesù ha raccolto coloro che credono in lui in una comunità, che è la Chiesa, affidando a Pietro l'incarico di custodirla, di conservarla nell'unità e nella comunione e di farla crescere nella verità, nel servizio e nell'amore vicendevole; è questo dunque il potere di Pietro: annunciare il Vangelo e richiamare all'imitazione di Gesù Cristo, unico Signore, Maestro e Pastore. L'autorità di Pietro e del collegio apostolico nasce dal gesto di Gesù che, nella notte prima di morire, “si alzò da tavola, depose le vesti, prese un asciugamano e se lo cinse attorno alla vita. Poi… cominciò a lavare i piedi ai discepoli… sedette di nuovo e disse loro: “Capite quello che ho fatto per voi? Se io, il Signore e il Maestro ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri. Vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi” (Gv 13, 4; 12-15). Con questo gesto, Gesù affidò ai suoi i suoi discepoli, e per primo a Pietro, l'autorità che si esprime nel servizio vicendevole.


Preghiera Finale

Maria,
Madre della Vita,
sorella sella nostra vita,
aiutaci a credere
che abbiamo la vita dentro di noi,
ed è questa vita
che ci dona forza a pazienza
finchè la nostra vita profumi di futuro.
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 

Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti, anelli originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page