Ascolta e Medita Agosto 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Agosto 2017Questo mese è stato curato da: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Il Santo del Calendario: 26 Agosto - S. Ludovico (o Luigi) IX Re


Sabato 26 agosto 2017
Rt 2, 1-3.8-11;4, 13-17;
Sal 127
Vangelo secondo Matteo (23, 1-12)


Preghiera Iniziale


Donaci, Signore, mentre siamo in attesa di te,
La consolazione di capire che
anche quando tu taci lo fai per amore;
Di modo che, sia che tu taccia o parli,
sei sempre il medesimo Padre,
sia che ci guidi con la tua voce
o ci educhi col tuo silenzio.



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito.
Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: allargano i loro filattèri e allungano le frange; si compiacciono dei posti d'onore nei banchetti, dei primi seggi nelle sinagoghe, dei saluti nelle piazze, come anche di essere chiamati “rabbì” dalla gente.
Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate “padre” nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare “guide”, perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo.
Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato».


Medita


Gesù si rivolge alla folla e ai suoi discepoli, ovvero alla comunità cristiana, per denunciare l'ipocrisia dei farisei nell'interpretazione e nella pratica aberrante della legge, insegnamento di per sé giusto da portare a compimento. Inoltre lo sguardo di Gesù è rivolto alla sua comunità con la preoccupazione di prevenire le tendenze a mettersi in mostra e farsi ammirare, atteggiamenti riscontrati nei farisei del tempo di Gesù: “State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro… quando fai l'elemosina non suonare la tromba per essere lodati dalla gente… e quando pregate non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e agli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti per essere visti dalla gente” (Mt 6, 1-5). Il ritratto dei farisei che ci presenta il brano evangelico richiama l'incoerenza, la ricerca degli onori, l'aspirazione alla superiorità nella vita della comunitaria. Ma nella comunità di Gesù i titoli come “rabbi” o “maestro” o “padre”, prioritari per i farisei, non hanno più senso, perché l'interprete della legge è soltanto Gesù e il Padre è uno solo, quello dei cieli, e la comunità è fatta di fratelli.
Il vangelo di oggi è un brano contro l'ipocrisia dei farisei, ipocriti perché dicono e non fanno, perché non sostengono personalmente le situazioni più difficili, perché credono di possedere la verità e non ne ricercano il significato giorno per giorno, perché desiderano essere guardati e apparire grandi, intelligenti e stimati, perché aspirano alle cariche più significative; e tutto il loro impegno e la loro fatica sono indirizzate ad accentrare su se stessi l'attenzione della gente. Gesù si rivolge alla comunità cristiana, perché invece sia sempre più aperta alla fraternità (“Voi siete tutti fratelli”) e al servizio vicendevole (“Il più grande tra voi sia vostro servo”).


Preghiera Finale

Camminiamo con Gesù
a viso aperto e chiaro,
tanto vicini alla vita
da confondere il cielo e la terra,
la fine e il principio.
Camminiamo con voi
in questo crocevia di incontri,
in questa nostra ignuda vita,
appoggiandoci spalla a spalla.
Con la torcia lucente
e una finestra aperta sulla notte
così che l'ardente amore possa entrare.
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 

Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti, anelli originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page