Ascolta e Medita Agosto 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Agosto 2017Questo mese è stato curato da: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Il Santo del Calendario: 07 Agosto - S. Gaetano Sacerdote


Lunedì 7 agosto 2017
Nm 11, 4b-15;
Sal 80
Vangelo secondo Matteo (14, 22-36)
Salterio: seconda settimana


Preghiera Iniziale


Vieni Santo Spirito,
forza e consolazione.
amore e tenerezza,
luce e guida,
sapienza e scienza.
Vieni Santo Spirito
illumina il mio ascolto della Parola
dai luce ai miei passi
dai forza alle mie azioni.



Ascolta Vangelo


[Dopo che la folla ebbe mangiato,] subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull'altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo.
La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!».
Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma, vedendo che il vento era forte, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?».
Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a lui, dicendo: «Davvero tu sei Figlio di Dio!».
Compiuta la traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, riconosciuto Gesù, diffuse la notizia in tutta la regione; gli portarono tutti i malati e lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello. E quanti lo toccarono furono guariti.



Medita


Gesù costringe i suoi discepoli a salire sulla barca. Questo verbo “costringere”, usato per indicare l'atteggiamento di Gesù verso i discepoli, è insolito nel Vangeli e lascia intravedere un'urgenza, qualcosa da fare davvero importante che ha bisogno di distanza, di solitudine. Gesù vuole congedare le folle: quella gente che lo aveva seguito, che lo aveva ascoltato è ancora lì, e lui sembra volerla congedare per restare da solo, quasi in un momento di intimità, così come un momento di intimità con il Padre vivrà subito dopo nella preghiera solitaria sul monte.
Eppure in questi momenti egli non dimentica i suoi discepoli, sa la loro poca fede, non li lascia soli, sebbene voglia che essi compiano un cammino di crescita nella fede.
C'è una notte che devono attraversare, apparentemente senza di lui. C'è un'esperienza che sono chiamati a vivere: affidarsi alla sua parola, avere fiducia in lui. Pietro ci prova, ma non è ancora pronto a camminare poggiandosi sulla parola del Maestro e sulla fede-fiducia in lui.
Ciascuno di noi ha bisogno di spazi suoi, di silenzio e di incontro. Spazi di solitudine e di amore.
Ritirarsi sul monte, però, non può mai essere una fuga, una scelta individualistica, una scelta di isolamento. Nella preghiera troviamo l'appello di Dio che invia, che ci chiede di prenderci cura dei nostri fratelli e delle nostre sorelle, della loro fede, della loro vita.
Dopo quella notte la mattina Gesù ritrova la gente, quegli uomini e quelle donne assetati di vita e pieni di attese e di fiducia.



Preghiera Finale

Signore io so che tu sei nella luce luminosa di una notte stellata d'un giorno radioso di azzurro e di sole.
Io so che tu sei nella speranza gioiosa di un bimbo che nasce di una lettera che arriva, di un amico che ritorna. Tu sei, lo so che tu sei, nell'amore immenso di braccia che stringono nella tenerezza della mano che mi è tesa.
Ma io so anche che tu sei nella fede spoglia e nuda quando la mia anima si immerge nella tenebra totale. Io so che sei Signore, colui che io credo, colui che attendo. Signore lo so che mi ami. Lo so che tu sei.
(piccolo fratello Mauricio Silva)
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 

Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti, anelli originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page