Ascolta e Medita Agosto 2017
Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia.




VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno

Anno 2018 Calendarietto Liturgico, Diario Scolastico, Agendine, Calendari da Tavolo e Calendari da Parete - Suore Apostoline - Suore Agostiniane - Suore Paoline e Edizioni San Paolo

Ascolta e Medita Agosto 2017Questo mese è stato curato da: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Domenica 6 agosto 2017
Vangelo secondo Matteo (17, 1-9)
Dn 7, 9-10.13-14 opp. 2Pt 1, 16-19;
Sal 96


NOVENA ALLA MADONNA DELL’ASSUNTA Inizia il 6 agosto


Preghiera Iniziale


Vieni Santo Spirito,
accompagna la mia ricerca,
rendi il mio orecchio attento,
fecondo, per me, l'ascolto della Parola,
fa che non resti lettera morta,
ma diventi capace di generare.
Che io sia memoria nella vita della parola,
che io viva il vangelo nella sequela
dell'unico Signore,
Gesù figlio di Dio e figlio dell'uomo.



Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco, apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui.
Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli stava ancora parlando, quando una nube luminosa li coprì con la sua ombra. Ed ecco una voce dalla nube che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo».
All'udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi e non temete». Alzando gli occhi non videro nessuno, se non Gesù solo.
Mentre scendevano dal monte, Gesù ordinò loro: «Non parlate a nessuno di questa visione, prima che il Figlio dell'uomo non sia risorto dai morti».



Medita


Gesù prende con sé tre dei suoi, che vedranno un raggio della sua gloria, ma che poi vedranno anche il suo volto sofferente nell'agonia della passione. Sì: Gesù, il Messia-Cristo, colui che dialoga con Mosè (colui che ha dato a Israele la Legge) ed Elia (colui che rappresenta la Profezia), sul monte, luogo della vicinanza con Dio, è davvero uomo. La Gloria della Trasfigurazione ci conduce alla Gloria della Croce, e viceversa. Dio non si presenta nel suo splendore, nella sua forza, con i suoi “effetti speciali”, ma nell'ordinarietà di una esistenza umana, segnata dalla gioia e dall'amicizia, ma anche dal tradimento e dalla morte. Dio si manifesta pienamente in Gesù di Nazareth. In lui arriva a compimento tutto l'Antico Testamento, testimoniato dalla presenza di Mosè ed Elia.
Tutti coloro che sono suoi discepoli non avranno altra via se non la sua: amare e dare la vita. Non saranno protetti da segni straordinari, ma avranno la Grazia di vedere la Gloria nel quotidiano della vita.
Il giorno della Trasfigurazione di Gesù è legato a un evento storico che ha segnato la nostra storia: la prima bomba atomica della storia, sganciata sul Giappone. Ebbene la Trasfigurazione non ci spinge a guardare oltre il mondo, oltre la storia, ma a calarci dentro la vita, a incarnarci come ha fatto Gesù. Quello che avviene non è casuale; dipende dalle scelte che facciamo, secondo il Vangelo o contro il Vangelo. La bellezza dello splendore del Tabor è ciò a cui siamo chiamati, ma ci arriveremo solo se avremo cercato di far risplendere la vita, il mondo, questo nostro mondo.



Preghiera Finale

Grandi cose vuole il Signore da te.
Per grandi cose siamo fatti.
Grandi cose sono il nostro destino.
Ma dobbiamo abbassare il nostro io avido
impaurito perché la bellezza seminata in noi
ci innalzi in Dio.
Grandi cose oggi bussano alla nostra porta
ci chiedono di rinascere perché siamo fatti per l'amore.
(Ernesto Olivero)
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia Oro




 

Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti, anelli originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page