Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Laura e Paolo Puglisi, Giulia e Fausto Montana Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Mercoledì 31 agosto 2016
1Cor 3, 1-9; Sal 32
Vangelo secondo Luca (4, 38-44)



Preghiera Iniziale


O Dio, nostro Padre,
unica fonte di ogni dono perfetto,
suscita in noi l'amore per te
e ravviva la nostra fede,
perché si sviluppi in noi il germe del bene
e con il tuo aiuto maturi fino alla sua pienezza.
(Colletta del giorno)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, entrò nella casa di Simone. La suocera di Simone era in preda a una grande febbre e lo pregarono per lei. Si chinò su di lei, comandò alla febbre e la febbre la lasciò. E subito si alzò in piedi e li serviva.
Al calar del sole, tutti quelli che avevano infermi affetti da varie malattie li condussero a lui. Ed egli, imponendo su ciascuno le mani, li guariva. Da molti uscivano anche demòni, gridando: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli li minacciava e non li lasciava parlare, perché sapevano che era lui il Cristo.
Sul far del giorno uscì e si recò in un luogo deserto. Ma le folle lo cercavano, lo raggiunsero e tentarono di trattenerlo perché non se ne andasse via. Egli però disse loro: «È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato». E andava predicando nelle sinagoghe della Giudea.





Medita


Il protagonista di questa pagina del Vangelo è l'amore di Gesù, Dio fatto uomo, che si scioglie in compassione. In entrambe le situazioni lo vediamo combattuto interiormente. Devono insistere perché faccia qualcosa per la suocera ammalata di Simon Pietro. Assediato da una folla di malati, passa una sera intera a operare guarigioni e l'indomani, nonostante abbia cercato di sottrarsi, non gli concedono tregua, al punto che deve giustificarsi. Non sembra proprio esserci esibizionismo nel comportamento di Gesù, c'è semmai una specie di preoccupazione o riluttanza, come il timore di essere frainteso. Cammina nelle nostre strade, di città in città, con una priorità in mente: dirci una volta per tutte che Dio è Padre e la felicità è nell'amore. Questa Notizia può salvare il mondo, non c'è niente di più importante. Ma in questo cammino di uomo fra gli uomini, Dio-Amore incontra il dolore, il male della vita e del mondo, e allora rallenta la marcia, si ferma a consolare e soccorrere, non sa trattenersi. È la sua natura. Quando l'Amore è così grande, è combattuto in se stesso fra andare e restare, guarire e annunciare, abbracciare ciascuno avendo il pensiero a tutti gli altri.




Per Riflettere


L'amore di Dio è per tutti.

C'è buio in me
in te invece c'è luce;
sono solo, ma tu non m'abbandoni;
non ho coraggio, ma tu mi sei d'aiuto;
sono inquieto, ma in te c'è la pace;
c'è amarezza in me, in te pazienza;
non capisco le tue vie, ma tu sai qual è la mia strada.
Tu conosci tutta l'infelicità degli uomini;
tu rimani accanto a me,
quando nessun uomo mi rimane accanto,
tu non mi dimentichi e mi cerchi,
tu vuoi che io ti riconosca
e mi volga a te.
Signore, odo il tuo richiamo e lo seguo,
aiutami!
Signore, qualunque cosa rechi questo giorno,
il tuo nome sia lodato!
(Dietrich Bonhöffer)






Torna su: Indice Mese AGOSTO 2016

Home Page



Home Page