Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Laura e Paolo Puglisi, Giulia e Fausto Montana Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Martedì 23 agosto 2016
2Ts 2, 1-3a.13-17; Sal 95
Vangelo secondo Matteo (23, 23-26)



Preghiera Iniziale


Gioiscano i cieli, esulti la terra,
risuoni il mare e quanto racchiude;
sia in festa la campagna e quanto contiene.
Acclamino tutti gli alberi della foresta
davanti al Signore che viene:
sì, egli viene a giudicare la terra;
giudicherà il mondo con giustizia
e nella sua fedeltà i popoli.
(dal Salmo 95)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù parlò dicendo: «Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima sulla menta, sull'anéto e sul cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della Legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste invece erano le cose da fare, senza tralasciare quelle. Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, ma all'interno sono pieni di avidità e d'intemperanza. Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi pulito!».





Medita


Si ritorna oggi alla lettura dei capitoli del Vangelo di Matteo in cui sono concentrati gli inviti di Gesù alla conversione da una religiosità solo formale a una fede sostanziale, autentica e impegnata sui grandi valori dell'esistenza. È giusto preoccuparsi anche delle prescrizioni minime, ma limitarsi ad esse è una colpa, se si dimenticano o trasgrediscono “le prescrizioni più gravi della Legge”. Nelle forti antitesi qui proposte da Gesù sembra di cogliere un'irritazione sferzante, persino ironica, nei confronti dell'ipocrisia e dell'incoerenza. Conta di più versare al tempio le decime sulle spezie comprate al mercato (noi diremmo “sul sale e sul pepe”) oppure la giustizia, la misericordia, la fedeltà? Ha senso preoccuparsi di filtrare il moscerino nel prepararsi una bevanda, se poi non ci si accorge di ingoiare un cammello? È più utile tenere pulito l'esterno o l'interno delle stoviglie? Gli ultimi due esempi dicono bene che la nostra cecità non è un problema moralistico, ma un'ottusità che si ritorce contro noi stessi: siamo come igienisti malaccorti e un po' sciocchi, convinti di salvaguardarci dai piccoli mali proprio mentre ci esponiamo a mali più grandi. L'invito è esplicito e chiaro: non vivete alla cieca e non spingete altri a farlo; non perdete il senso della misura e delle proporzioni; non vi sbagliate, quando ci sono in ballo priorità superiori che si chiamano giustizia, misericordia, fedeltà.




Per Riflettere


Pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi pulito.

Liberami, Signore,
dai miei complessi miopi,
che praticano le minuzie per viltà,
che equivocano per cose utili e necessarie
le proprie meschinità,
che di un nonnulla provano scandalo
e non perdono occasione d'inasprirsi;
e che mi fanno fallire
la felicità del tuo amore.






Torna su: Indice Mese AGOSTO 2016

Home Page



Home Page