Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Laura e Paolo Puglisi, Giulia e Fausto Montana Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Martedì 16 agosto 2016
Ez 28, 1-10; Dt 32, 26-28.30.35b-36a
Vangelo secondo Matteo (19, 23-30)



Preghiera Iniziale


O Dio, che hai preparato beni invisibili
per coloro che ti amano,
infondi in noi la dolcezza del tuo amore,
perché, amandoti in ogni cosa e sopra ogni cosa,
otteniamo i beni da te promessi,
che superano ogni desiderio.
(Colletta del giorno)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità io vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio».
A queste parole i discepoli rimasero molto stupiti e dicevano: «Allora, chi può essere salvato?». Gesù li guardò e disse: «Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile».
Allora Pietro gli rispose: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell'uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d'Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna. Molti dei primi saranno ultimi e molti degli ultimi saranno primi».





Medita


Abitualmente intendiamo queste parole di Gesù in riferimento esclusivo alla salvezza eterna, al Paradiso. Ma se è vero che il “regno dei cieli” è iniziato con l'incarnazione di Dio nella storia, e noi siamo chiamati a realizzarlo già nella nostra vita terrena, nella società in cui viviamo, con quanti incontriamo nel mondo, allora queste affermazioni non suonano più come un pre-giudizio o una tragica statistica dell'alto tasso di mortalità spirituale che interessa il genere umano; esse sono, invece, uno dei numerosi richiami pressanti di Gesù alla conversione nel presente, nella realtà esistenziale di ciascuno. Se il benessere personale a ogni costo è il mio obiettivo e il mio unico idolo, come posso vivere questo inizio del regno di amore? Le due cose non stanno insieme. La notizia che Gesù ci porta è: siamo in tempo—lo siamo sempre, anche adesso—per decidere di entrare nel regno, per convertirci e contribuire a costruirlo.




Per Riflettere


Siamo in tempo per costruire il regno.

O Dio,
il tuo Regno è umile, come il seme:
umile, ma diviene grande,
per la forza dello Spirito Santo.
A noi tocca
lasciarlo crescere in noi,
senza vantarci.
Vieni, Spirito, cambiaci l'anima
e portaci avanti nel silenzio,
nella pace, nella quiete,
nella vicinanza a Dio, agli altri,
nell'adorazione a Dio,
senza spettacoli.
(adattamento, da Papa Francesco)






Torna su: Indice Mese AGOSTO 2016

Home Page



Home Page