Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Laura e Paolo Puglisi, Giulia e Fausto Montana Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Sabato 13 agosto 2016
Ez 18, 1-10.13b.30-32; Sal 50
Vangelo secondo Matteo (19, 13-15)




Preghiera Iniziale


Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
Non scacciarmi dalla tua presenza
e non privarmi del tuo santo spirito.
Rendimi la gioia della tua salvezza,
sostienimi con uno spirito generoso.
Insegnerò ai ribelli le tue vie
e i peccatori a te ritorneranno.
Tu non gradisci il sacrificio;
se offro olocausti, tu non li accetti.
un cuore contrito e affranto tu, o Dio, non disprezzi.
Uno spirito contrito è sacrificio a Dio.
(Salmo 50)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, furono portati a Gesù dei bambini perché imponesse loro le mani e pregasse; ma i discepoli li rimproverarono.
Gesù però disse: «Lasciateli, non impedite che i bambini vengano a me; a chi è come loro, infatti, appartiene il regno dei cieli».
E, dopo avere imposto loro le mani, andò via di là.





Medita


Quale considerazione abbiamo dei più piccoli! In quante zone del mondo i bambini sono solo un peso o manodopera da sfruttare. È facile pensare che anche ai tempi di Gesù la considerazione per i bambini era poca o nulla, poco sopportati e allontanati, probabilmente con fastidio, dai conciliaboli in cui si discute di cose “importanti”. I discepoli non si discostano da questo modo di fare e si adoperano per liberare il Maestro dalla loro vivacità. Gesù ribalta la situazione, chiama i bambini a se, li accoglie nel loro gioioso brusio e nella loro sconcertante spontaneità e li pone loro a modello. Ci insegna che nulla e nessuno è più importante di un bambino. L'invito di Gesù non è ad essere infantili ma di avere, come i bambini, uno sguardo semplice e immediato sulla realtà, uno slancio di fiducia come solo il bambino sa fare.
I bambini non sono un fatto privato, ma ricchezza per tutti. Le nostre comunità cristiane mettano i bambini al centro del proprio annuncio, si sentano compartecipi della responsabilità dei genitori e della gioia della loro educazione.




Per Riflettere


A chi è come loro appartiene il regno dei cieli.

O Dio, creatore e conservatore
degli uomini e delle cose,
tu che ami l'innocenza e la bontà,
benedici i nostri bambini,
dei quali ti offriamo la purezza,
la semplicità e la grazia.
Conserva la loro bontà della vita,
da' a ciascuno l'affetto premuroso
e la guida sicura dei genitori;
aiutali a crescere nella fede e nella saggezza,
proteggili da ogni male dell'anima e del corpo.






Torna su: Indice Mese AGOSTO 2016

Home Page



Home Page