Diario della Preghiera - Teofane il Recluso Come inserire un font di Google

Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive



Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia


Salmo 62 (61) - Dio unica speranza


[1] Al maestro del coro. Su «Iedutùn». Salmo. Di Davide.
[2] Solo in Dio riposa l’anima mia:
da lui la mia salvezza.
[3] Lui solo è mia roccia e mia salvezza,
mia difesa: mai potrò vacillare.
[4] Fino a quando vi scaglierete contro un uomo,
per abbatterlo tutti insieme
come un muro cadente,
come un recinto che crolla?
[5] Tramano solo di precipitarlo dall’alto,
godono della menzogna.
Con la bocca benedicono,
nel loro intimo maledicono.
[6] Solo in Dio riposa l’anima mia:
da lui la mia speranza.
[7] Lui solo è mia roccia e mia salvezza,
mia difesa: non potrò vacillare.
[8] In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;
il mio riparo sicuro, il mio rifugio è in Dio.
[9] Confida in lui, o popolo, in ogni tempo;
davanti a lui aprite il vostro cuore:
nostro rifugio è Dio.
[10] Sì, sono un soffio i figli di Adamo,
una menzogna tutti gli uomini:
tutti insieme, posti sulla bilancia,
sono più lievi di un soffio.
[11] Non confidate nella violenza,
non illudetevi della rapina;
alla ricchezza, anche se abbonda,
non attaccate il cuore.
[12] Una parola ha detto Dio,
due ne ho udite:
la forza appartiene a Dio,
[13] tua è la fedeltà, Signore;
secondo le sue opere
tu ripaghi ogni uomo.



Commento al Salmo


Il salmista, molto probabilmente un levita, presenta “il segreto” della sua forza di fronte alle difficoltà, “il segreto” della sua pace: “Solo in Dio riposa l’anima mia: da lui la mia salvezza”.
Egli poi si rivolge con forza agli empi, che uniti nell’odio si scagliano contro il giusto, dopo averlo colpito come un ariete martella un muro. Quando vedono che il muro è ormai cadente, essi si scagliano per abbatterlo completamente. Così gli uomini si sono accaniti contro il Cristo quando lo hanno visto debole, senza pensare che quella debolezza era essenziale alla vittoria di Dio.
Il salmista dice alcune parole agghiaccianti circa gli intimi pensieri degli empi: “Tramano solo di precipitarlo dall’alto, godono della menzogna. Con la bocca benedicono, nel loro intimo maledicono”.
Il salmista dopo aver presentato l’orrore del cuore degli empi che si accordano contro il giusto, ripete il suo pensiero forza: “Solo in Dio riposa l’anima mia…”. Poi si rivolge al popolo esortandolo alla confidenza in Dio e alla preghiera: “Davanti a lui aprite il vostro cuore”. L’esortazione del salmista diventa sempre più didattica: “Non confidate nella violenza, non illudetevi della rapina; alla ricchezza, anche se abbonda, non attaccate il cuore”. Circa la ricchezza che abbonda, non è quella tratta dalla rapina, ma quella guadagnata onestamente. Da questa ricchezza, segno dell’operosità e della benedizione di Dio, bisogna rimanerne distaccati, altrimenti essa avviluppa l’uomo spingendolo all’ingratitudine verso Dio e all’egoismo verso i fratelli.
In una parola pronunciata da Dio, il salmista ne coglie due. La prima è che “la forza appartiene a Dio, tua è la fedeltà, Signore”, cioè Dio è sovrano di ogni cosa; l'uomo deve attingere da lui la forza per superare nell'amore le difficoltà. Così anche la fedeltà appartiene a Dio, perché egli è assolutamente fedele alla sua alleanza con l'uomo, e gli dona di perseverare nell'amore verso di lui e il prossimo, compendio di tutta la Legge (Mt 22,40). La seconda è che Dio darà lode o riprovazione a ciascun uomo in base a quanto ha compiuto, poiché non c'è premio senza le opere che l'amore richiede e spinge a fare: “Secondo le sue opere tu ripaghi ogni uomo”.



I Sette doni dello Spirito Santo I Sette Doni Dello Spirito Santo:
Sapienza Intelletto Consiglio Fortezza Scienza Pietà Timore di Dio

Pagina Indice Salmi




L'uomo in Preghiera
Catechesi di Benedetto XVI “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)

Vedi Anche:
Iniziazione alla vita spirituale
Decisione iniziale e perseveranza. Se vuoi salvarti l’anima e acquistare la vita eterna, scuotiti dal torpore, fatti il segno della croce e di’: «Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen»

La Metanoia come condizione di base per accedere a Dio


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento



Home Page