Diario della Preghiera - Teofane il Recluso Come inserire un font di Google

Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive



Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia


Salmo 60 (59) - Preghiera nazionale dopo la disfatta


[1] Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza». Miktam. Di Davide. Da insegnare.[2] Quando uscì contro Aram Naharàim e contro Aram Soba e quando Ioab, nel ritorno, sconfisse gli Edomiti nella valle del Sale: dodicimila uomini.
[3] Dio, tu ci hai respinti, ci hai messi in rotta,
ti sei sdegnato: ritorna a noi.
[4] Hai fatto tremare la terra, l’hai squarciata:
risana le sue crepe, perché essa vacilla.
[5] Hai messo a dura prova il tuo popolo,
ci hai fatto bere vino che stordisce.
[6] Hai dato un segnale a quelli che ti temono,
perché fuggano lontano dagli archi.
[7] Perché siano liberati i tuoi amici,
salvaci con la tua destra e rispondici!
[8] Dio ha parlato nel suo santuario:
«Esulto e divido Sichem,
spartisco la valle di Succot.
[9] Mio è Gàlaad, mio è Manasse,
Èfraim è l’elmo del mio capo,
Giuda lo scettro del mio comando.
[10] Moab è il catino per lavarmi,
su Edom getterò i miei sandali,
il mio grido di vittoria sulla Filistea!».
[11] Chi mi condurrà alla città fortificata,
chi potrà guidarmi fino al paese di Edom,
[12] se non tu, o Dio, che ci hai respinti
e più non esci, o Dio, con le nostre schiere?
[13] Nell’oppressione vieni in nostro aiuto,
perché vana è la salvezza dell’uomo.
[14] Con Dio noi faremo prodezze,
egli calpesterà i nostri nemici.



Commento al Salmo


Il salmo venne scritto dopo l'invasione di Sennàcherib (701). Una parte degli armati d’Israele riuscì a sfuggire all’esercito assiro, come rivela il salmo: “Hai dato un segnale a quelli che ti temono, perché fuggano lontano dagli archi”. A ciò si aggiunse il ritiro precipitoso di Sennacherib dall'assedio di Gerusalemme (2Re19,35). Questa situazione fu vista come la possibilità di una futura riscossa.
Il salmista presenta un oracolo di vittoria probabilmente pronunciato nel santuario di Silo (Gs 18,1; Giud 18,31; 21,19; Ps 77,60). Quella decisione Dio non poteva averla ritirata: “Con Dio noi faremo prodezze: egli calpesterà i nostri nemici”.
L’intero territorio della Palestina viene presentato con la citazione di alcune località: Sichem nella Cisgiordania; la valle di Succot nella Transgiordania; Gàlaad e Manasse avevano i loro territori nella Transgiordania; Efraim era al centro della Palestina; Giuda al sud; Moab era adiacente al mar Morto, e alla Transgiordania; l’Idumea (Edom) confinava con Giuda; i Filistei occupavano la zona costiera del Mar Mediterraneo.
Gettare i sandali su di un territorio era il segno della sua presa di possesso (Cf. Dt 25,9; Rt 4,7).
“La città fortificata” è la capitale di Edom, Bozra, l’attuale Busceira, a circa 40 km a sud del mar Morto.
Anche oggi capita di vivere momenti nei quali il mondo avanza imponendo le sue vedute, le sue negazioni della verità; ma nessuno può lasciasi andare allo scoraggiamento, poiché Dio è fedele alla sua Chiesa e le dà continua forza per annunciare il Vangelo.


I Sette doni dello Spirito Santo I Sette Doni Dello Spirito Santo:
Sapienza Intelletto Consiglio Fortezza Scienza Pietà Timore di Dio

Pagina Indice Salmi




L'uomo in Preghiera
Catechesi di Benedetto XVI “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)

Vedi Anche:
Iniziazione alla vita spirituale
Decisione iniziale e perseveranza. Se vuoi salvarti l’anima e acquistare la vita eterna, scuotiti dal torpore, fatti il segno della croce e di’: «Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen»

La Metanoia come condizione di base per accedere a Dio


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento



Home Page