Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemme
La Bibbia Via Verita' e Vita
La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%
Diario della Preghiera - Teofane il Recluso
Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno
Il Santo del Calendario
Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno
Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Ricerca personalizzata




Salmo 14 (13) - L'uomo senza Dio


[1] Al maestro del coro. Di Davide.
Lo stolto pensa: «Dio non c’è».
Sono corrotti, fanno cose abominevoli:
non c’è chi agisca bene.
[2] Il Signore dal cielo si china sui figli dell’uomo
per vedere se c’è un uomo saggio,
uno che cerchi Dio.
[3] Sono tutti traviati, tutti corrotti;
non c’è chi agisca bene, neppure uno.
[4] Non impareranno dunque tutti i malfattori,
che divorano il mio popolo come il pane
e non invocano il Signore?
[5] Ecco, hanno tremato di spavento,
perché Dio è con la stirpe del giusto.
[6] Voi volete umiliare le speranze del povero,
ma il Signore è il suo rifugio.
[7] Chi manderà da Sion la salvezza d’Israele?
Quando il Signore ristabilirà la sorte del suo popolo,
esulterà Giacobbe e gioirà Israele.

Commento al Salmo
La situazione nella quale vive l’orante è drammatica. Egli è nello sgomento. Attorno a sé vede violenza, cose abominevoli, stoltezza. Anche se non lo dicono egli indovina il pensiero dello stolto: “Dio non c’è”. Misura l’acido di quel pensiero che nasce da corruzione e dall’abuso della pazienza di Dio, che sembra essere assente. Il popolo del salmista, Israele, ma per noi la nostra patria, l’Europa, in generale ogni nazione dove la Chiesa si trova, è ingannato, condotto alla rovina. Ma la paura, il salmista la rigetta sugli empi: essi tremeranno di spavento davanti a Dio perché non pregano. Dio non abbandona il giusto, la Chiesa che costituisce la stirpe del giusto, che è Cristo. Gli empi vogliono snervare la fede dell’orante, mettere una pietra tombale sulla sua anima con il cumulo dei loro errori, ma il Signore lo mantiene libero e vivo poiché è il suo rifugio. L’orante, in Cristo, invoca ardentemente che giunga da Sion, cioè dal cielo, di cui Sion è una figura (Cf. Eb 12,22), la salvezza, essendo però nel raggio dell’Eucaristia, presenza reale di Cristo sotto le specie del pane e del vino. Il tempio di Gerusalemme aveva nel “santo dei santi” l’arca dell’alleanza sulla quale era presente la gloria di Jahwéh; ora quella presenza è cessata e si ha la presenza Eucaristica, per la quale ogni chiesa in tutto il mondo risulta un monte Sion.
Il salmista ha fede che Dio ricondurrà il suo popolo, tutti i popoli, all’apertura alla Chiesa. Allora vi sarà grande gioia. Esulterà Giacobbe, vale a dire la nazione ebraica che verrà a far parte della Chiesa (Cf. Rm 11,26), e sarà grande gioia per tutto l’Israele di Dio, che è la Chiesa (Cf. Gal 6,16).



Pagina Indice Salmi


18 DVD Le grandi storie della Bibbia Sconto di oltre 33%

Abramo - Giacobbe - Mosè - Giuseppe - Sansone e Dalila - Genesi - Salomone - Davide - Geremia - Gesù - Ester - San Paolo - San Pietro - Giuseppe di Nazareth - Tommaso - Maria Maddalena - Giuda - San Giovanni


Gioielli Religiosi

In argento e swarovski: rosari, collane, braccialetti originali gioielli realizzati completamente in Italia, particolari ed eleganti, da indossare o regalare



Home Page