Diario della Preghiera - Teofane il Recluso Come inserire un font di Google

Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive



Novena allo SPIRITO SANTO NOVENA ALLO SPIRITO SANTO Da pregare per nove giorni consecutivi qualsiasi volta si voglia dar lode, ringraziare o chiedere una grazia


Salmo 103 (102) - Dio è Amore


[1] Di Davide.
Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
[2] Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tutti i suoi benefici.
[3] Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue infermità,
[4] salva dalla fossa la tua vita,
ti circonda di bontà e misericordia,
[5] sazia di beni la tua vecchiaia,
si rinnova come aquila la tua giovinezza.
[6] Il Signore compie cose giuste,
difende i diritti di tutti gli oppressi.
[7] Ha fatto conoscere a Mosè le sue vie,
le sue opere ai figli d’Israele.
[8] Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all’ira e grande nell’amore.
[9] Non è in lite per sempre,
non rimane adirato in eterno.
[10] Non ci tratta secondo i nostri peccati
e non ci ripaga secondo le nostre colpe.
[11] Perché quanto il cielo è alto sulla terra,
così la sua misericordia è potente su quelli che lo temono;
[12] quanto dista l’oriente dall’occidente,
così egli allontana da noi le nostre colpe.
[13] Come è tenero un padre verso i figli,
così il Signore è tenero verso quelli che lo temono,
[14] perché egli sa bene di che siamo plasmati,
ricorda che noi siamo polvere.
[15] L’uomo: come l’erba sono i suoi giorni!
Come un fiore di campo, così egli fiorisce.
[16] Se un vento lo investe, non è più,
né più lo riconosce la sua dimora.
[17] Ma l’amore del Signore è da sempre,
per sempre su quelli che lo temono,
e la sua giustizia per i figli dei figli,
[18] per quelli che custodiscono la sua alleanza
e ricordano i suoi precetti per osservarli.
[19] Il Signore ha posto il suo trono nei cieli
e il suo regno domina l’universo.
[20] Benedite il Signore, angeli suoi,
potenti esecutori dei suoi comandi,
attenti alla voce della sua parola.
[21] Benedite il Signore, voi tutte sue schiere,
suoi ministri, che eseguite la sua volontà.
[22] Benedite il Signore, voi tutte opere sue,
in tutti i luoghi del suo dominio.
Benedici il Signore, anima mia.



Commento al Salmo


La critica è incline a datare la composizione di questo salmo nel tardo postesilio.
Il salmista esorta se stesso a benedire il Signore, e a non “dimenticare tutti i suoi benefici”. Questo ricordare è importantissimo nei momenti dolorosi per non cadere nello scoraggiamento e al contrario stabilirsi in una grande fiducia in Dio. Il salmista non presenta grandi tormenti storici della nazione; pare di poter indovinare normalità di vita attorno a lui. Egli si presenta a Dio come colpevole di numerose mancanze, ma ha sperimentato la misericordia di Dio, che lo ha salvato da angosce e anche probabilmente da una malattia grave: “Egli perdona tutte le tue colpe, guarisce tutte le tue infermità; salva dalla fossa la tua vita”.
Il salmista non cessa di celebrare la bontà, la giustizia di Dio, e prova una grande dolcezza nel fare questo: una dolcezza pacificante: “Ti circonda di bontà e di misericordia”.
Il salmista, fedele all'alleanza, loda Dio per la legge data per mezzo di Mosè: “Ha fatto conoscere a Mosè le sue vie, le sue opere ai figli d'Israele ”. Ma Dio non ha dato a Mosè solo la legge, ha anche dato l'annuncio del Cristo futuro, dal quale abbiamo la grazia e la verità (Cf. Gv 1,17). La misericordia di Dio celebrata dal salmista si è manifestata per mezzo di Gesù Cristo.
Il salmista si sente sicuro, compreso da Dio, che agisce sul suo popolo con la premura di un padre verso i figli. Un padre che “ricorda che noi siamo polvere”, e che perciò pur rilevando le colpe è pronto a perdonare pienamente: “Non è in lite per sempre, non rimane adirato in eterno”.
L'alleanza osservata è fonte di bene, di unione con Dio. Egli effonde “la sua giustizia”, cioè la sua protezione dal male, sui “figli dei figli”.
Il salmista pieno di gioia conclude invitando tutti gli angeli a benedire Dio. Gli angeli non hanno bisogno di essere esortati a benedire Dio, ma certo possono essere invitati a rafforzare il nostro benedire Dio. Per una lode universale sono invitate a benedire Dio tutte le cose create (Cf. Ps 18,1s): “Benedite il Signore, voi tutte opere sue”.


I Sette doni dello Spirito Santo I Sette Doni Dello Spirito Santo:
Sapienza Intelletto Consiglio Fortezza Scienza Pietà Timore di Dio

Pagina Indice Salmi




L'uomo in Preghiera
Catechesi di Benedetto XVI “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)

Vedi Anche:
Iniziazione alla vita spirituale
Decisione iniziale e perseveranza. Se vuoi salvarti l’anima e acquistare la vita eterna, scuotiti dal torpore, fatti il segno della croce e di’: «Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen»

La Metanoia come condizione di base per accedere a Dio


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento



Home Page