Un professore universitario ha fatto ai suoi studenti una domanda:



Il Santo del Calendario:
Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre








Home Page



Storia Vera









Un professore universitario ha fatto ai suoi studenti una domanda:
- Tutto che c’ nel mondo stato creato da Dio?

Uno degli studenti ha risposto fermamente:
- S, stato creato da Dio. - Dio ha creato tutto? – l’ha domandato il professore. - S, professore, - ha risposto lo studente.

Il professore ha domandato:

- Se il Dio abbia creato tutto, allora Lui avr creato il male, visto che il male esiste. Ed allora, secondo il principio che i nostri atti determinano noi stessi, ci si pu dedurre che il Dio sia il Male.

Lo studente si impensierito udendo questa conclusione. Il professore era molto contento di s stesso. Lui ha detto agli studenti che ancora una volta lui ha provato che la credenza in Dio una chimera. Ma poi uno studente ha alzato la mano ed ha domandato:

- Posso farLe una domanda, professore? Il freddo esiste?

- Che razza di domanda sia questa? Certamente, esiste. Non hai mai provato il freddo?

Gli studenti hanno cominciato a ridere della domanda del giovane. Ma il giovane ha risposto:

- In realt, professore, il freddo non esiste. Secondo le leggi della Fisica, quello che consideriamo il freddo in realt l’assenza del caldo. Un uomo oppure un oggetto, lo si pu studiare dal punto di vista del fatto se lui abbia oppure trasmetta l’energia. Lo zero assoluto (meno 459,67 gradi di Fahrenheit) la totale assenza del caldo. Tutta la materia diventa inerte ed incapace di reagire con questa temperatura. Il freddo non esiste. Noi abbiamo creato questa parola per descrivere la sensazione che sentiamo in assenza del caldo.



Lo studente ha proseguito:

- Professore, il buio esiste?

- Certamente, esiste!

- Lei di nuovo nell’errore, signore. Neanche buio esiste. Il buio in realt l’assenza della luce. Noi possiamo studiare la luce, ma non possiamo studiare il buio. Noi possiamo usare la prisma di Newtoun per dividere la luce bianca in molti colori e studiare la lunghezza delle onde di ogni colore. Ma Lei non pu misurare il buio. Un semplice filo di luce pu entrare nel mondo del buio ed illuminarlo. Come Lei potrebbe sapere per quanto buio sia qualsiasi spazio? Lei pu solo misurare la quantit della luce che c’ in questo spazio. Non cos forse? Il buio il concetto che usa l’uomo per decrivere cosa succede in assenza della luce.



Alla fine, il giovane ha domandato il professore:

- Sire, il male esiste?

Questa volta, il professore ha risposto con poca sicurezza:

- Certamente, come l’ho gi detto. Noi lo vediamo ogni giorno. La crudelt fra gli uomini, la moltitudine degli atti crimimali e la violenza in tutto il mondo. Questi esempi sono la manifestazione del male che esiste.

A questa lo studente ha risposto:

- Il male non esiste, sire. Oppure, almeno, non esiste per s stesso. Il male semplicemente l’assenza di Dio. Somiglia al buio ed al freddo – la parola creata dall’uomo per descrivere l’assenza di Dio. Dio non ha creato il male. Il male non una credenza oppure l’amore, che esistono, come la luce ed il caldo. Il male il risultato dell’assenza nel cuore di una persona dell’Amore Divino. Assomiglia al freddo che avanza quando non c’ il caldo, oppure come il buio che avanza quando non c’ la luce.

Il professore era sconfitto.

Il nome dello studente era Albert Einshtein.










Home Page