Matta el Meskin Consigli per la preghiera
Matta el Meskin Consigli per la preghiera




Il Santo del Calendario
Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Matta El Meskin, (Matteo il Povero) al secolo Yusuf Iskandar (1919 – 2006), è stato un monaco egiziano, igumeno del monastero di San Macario il Grande, deserto di Scete, dal 1969 alla morte. L'igumeno Matta El Meskin non è solo una delle maggiori figure della storia contemporanea della chiesa copta ortodossa ma anche un autore spirituale noto e apprezzato in tutto il mondo, tradotto in quattordici lingue.


Matta el Meskin Consigli per la preghiera

«TRASFORMATI IN QUELLA MEDESIMA IMMAGINE» (2Cor 3,18)

La preghiera, atto di obbedienza

Questa sottomissione allo Spirito d'amore e alla sua azione purificatrice all'interno del cuore durante la preghiera è la prima e la più importante manifestazione di obbedienza a Dio, di obbedienza al suo amore.

La docilità pronta al primo invito alla preghiera che avverti nel cuore rappresenta di fatto la risposta generosa di un'obbedienza sollecita alla voce dell'amore divino: l'amore ti invita alla preghiera, e il tuo cuore obbedisce a questo invito.

Il criterio di sincerità della preghiera, in quanto obbedienza a questo richiamo d'amore, è che essa sia contrassegnata da sentimenti di pentimento e di conversione per ogni peccato commesso, per quanto insignificante esso sia, poiché la conversione è il primo effetto dell'amore divino.

La preghiera sincera è di per se stessa un atto di obbedienza a Dio. L'assiduità alla preghiera, la sollecitudine nell'osservare i tempi che le sono consacrati e tutte le sue esigenze, rappresentano davvero la fedeltà dell'obbedienza a Dio.

Se ti sforzi ogni giorno di pregare con maggior fedeltà, scoprirai di essere più fedele nella tua obbedienza a Dio.


 








Home Page