Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbie e Bibbia di Gerusalemme Sconto 15% Bibbia di Gerusalemmne - La Bibbia Verita' e Vita - La Bibbia Testo CEI. Sconto 15%




Parenti serpenti


«Errare è umano, perdonare è divino». È suggestiva questa battuta dell’autore inglese Alexander Pope. Noi la adottiamo come epigrafe ideale di una storia biblica che ha conquistato i secoli, quella di Giuseppe l’egiziano. La vicenda è narrata nei capp. 37-50 del libro della Genesi ed è una dimostrazione esemplare del tema che stiamo sviluppando: la relazione tra famiglia e misericordia. Lo è al negativo nella prima parte quando si ramifica nella famiglia di Giacobbe quella zizzania che è l’invidia tra fratelli, sorgente di odio e di cattiveria.

Questo antipodo della misericordia è molto famoso, soprattutto quando i fratelli si caricano di odio fratricida che per fortuna sfocia solo nella vendita di Giuseppe come schiavo. Questi parenti- serpenti non esitano anche a gettare nella disperazione il loro vecchio padre facendogli credere che il figlio è stato sbranato da una belva. In realtà, bestie feroci si erano rivelati proprio loro che non temevano di procedere a un fratricidio, come già era accaduto nella storia di Abele e Caino.

Noi, però, vogliamo puntare la nostra attenzione sull’aspetto positivo, la lezione che Giuseppe – dopo le alterne vicende che lo hanno condotto a diventare vizir d’Egitto – impartisce loro testimoniando un cuore misericordioso e generoso. Certo, egli non ignora la necessità della giustizia correttiva: attraverso alcune prove guida i suoi fratelli al pentimento e alla conversione. È a questo punto che egli fa scattare il perdono e la misericordia. Anzi, egli inserisce l’avventura da lui vissuta all’interno di un disegno divino provvidenziale, approdato alla salvezza dell’intera famiglia di Giacobbe e dei suoi figli.

Ascoltiamo le sue parole nell’istante emozionante del riconoscimento: «Io sono Giuseppe, il vostro fratello, quello che voi avete venduto sulla via verso l’Egitto. Ma ora non vi rattristate e non vi crucciate per avermi venduto quaggiù, perché Dio mi ha mandato qui prima di voi, per assicurare a voi la sopravvivenza nella terra e per farvi vivere per una grande liberazione. Dunque non siete stati voi a mandarmi qui, ma Dio» (Genesi 45,4-8). Dopo questo svelamento che lascia basiti i suoi fratelli, egli li abbraccia e bacia piangendo.

Nella sua visione così coraggiosa il crimine dei fratelli si trasforma nel tassello di una trama più grande e gloriosa, quella della salvezza non solo di una famiglia ma del futuro popolo di Dio. Sant’Ambrogio commentava: «Che amore fraterno, che dolce paternità: scusare anche il delitto di fratricidio dicendolo opera della divina provvidenza e non dell’umana empietà!». Giuseppe ci invita ad adottare non la forza della vendetta, ma la potenza dell’amore e del perdono misericordioso. E a scoprire la mano di Dio in azione dove a prima vista sembrerebbe essere all’opera solo la mano omicida dell’uomo. Cerchiamo, perciò, di scoprire anche all’interno delle amarezze e cattiverie delle nostre famiglie una possibilità segreta di redenzione che solo Dio può compiere, lui che può convertire il male in bene.




TORNA INDIETRO
Indice Catechesi

Offerte da non perdere della Libreria Edizioni Paoline Via Capponi, 6 56126 Pisa - Telefono 050 562135
Cellulari 345 6712281 - 335 6491235 E-Mail
info@libreriapaoline.com
Assortimento e scelta di Servizi per Acqua e Vino Santa Messa Servizio Acqua e Vino da Altare Brocchette e Paittini Ricambio per Servizio Acqua e Vino da Altare Brocchette Ricambio e Piattini da Altare Ampolle e Lampade da Altare per cera liquida Ampolle e Lampade da Altare Finta Candela con Contenitore per Cera Liquida e Stoppino Finta Candela e Contenitori


Home Page