Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


18 Ottobre - S. Luca Evangelista (festa).


Tre brevi note nelle Lettere di S. Paolo sono le sole notizie che la Sacra Scrittura ci fornisce su S. Luca, il sollecito investigatore della buona novella, al quale siamo debitori del terzo Vangelo e degli Atti degli apostoli. Dai suoi appunti di viaggio, cioè dalle pagine degli Atti in cui S. Luca parla in prima persona, possiamo ricostruire parte della sua attività missionaria. Egli fu compagno e discepolo degli apostoli. Lo storico Eusebio sottolinea: « ... ebbe relazioni con tutti gli apostoli, e fu quanto mai premuroso». Di questa sua sensibilità e disponibilità verso il prossimo ci dà testimonianza lo stesso S. Paolo, legato a lui da calda amicizia. Leggiamo nella lettera ai Colossesi: « Vi saluta Luca, medico amato... ».

La professione medica presuppone che egli abbia dedicato molti anni allo studio. La sua formazione culturale traspare anche dallo stile dei suoi libri: il suo Vangelo è scritto in greco scorrevole, terso e bello, ricco di vocaboli che gli altri tre evangelisti non hanno. C'è un'altra considerazione da fare sul suo Vangelo, oltre al fattore stilistico e storiografico: Luca è l'evangelista che più degli altri ci ha dipinto l'umana fisionomia del Redentore, la sua mansuetudine, le sue attenzioni verso i poveri e i derelitti, le donne e i peccatori pentiti. È il biografo della Madonna e della infanzia di Gesù. P- l'evangelista del Natale. Dagli Atti e dal terzo Vangelo conosciamo anche il temperamento di S. Luca, uomo conciliativo, discreto, padrone di sé; mitiga o tace espressioni che avrebbero potuto ferire qualche lettore, quando ciò non va a pregiudizio della fedeltà storica.

Svelàndoci gli intimi segreti dell'Annunciazione, della Visitazione, della Natività egli ci fa capire d'aver conosciuto personalmente la Madonna. Qualche esegeta avanza l'ipotesi che sia stata Maria stessa a trascrivergli l'inno del « Magnificat », da lei elevato a Dio in un momento di esultanza nell'incontro con la cugina Elisabetta. Luca ci avverte infatti di aver fatto ricerche e preso informazioni sui fatti riguardanti la vita di Gesù presso coloro che ne furono testimoni.

Uno scritto del Il secolo, il Prologo antimarcionita del Vangelo di Luca, così ne sintetizza il profilo biografico: « Luca, un siro di Antiochia, di professione medico, discepolo degli apostoli, più tardi seguì Paolo fino alla sua confessione (martirio). Servì senza biasimo il Signore, non prese mai moglie, né ebbe figli. Morì all'età di 84 anni in Beozia, pieno di Spirito Santo ». Studi recenti concordano con questa versione.


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page