Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


10 Novembre - S. Leone Magno Papa e dottore della Chiesa.


Papa Leone, nato in Toscana alla fine del IV secolo, è ricordato nei testi di storia per il prestigio morale e politico di cui diede prova di fronte alla minaccia degli Unni di Attila (che riuscì ad arrestare sul Mincio) e dei Vandali di Genserico (di cui mitigò la ferocia nel saccheggio di Roma del 455). Elevato al soglio pontificio nel 440, Leone nei ventun anni di pontificato (morì il 10 novembre del 461) realizzò attorno alla sua sede l'unità di tutta la Chiesa, impedendo usurpazioni di giurisdizione, stroncando abusi di potere, temperando le ambizioni del patriarcato costantinopolitano e del vicariato di Arles.

Non abbiamo molte sue notizie biografiche. Papa Leone non amava parlare di sé nei suoi scritti. Egli aveva un'idea altissima della sua funzione: sapeva di incarnare la dignità, il potere e la sollecitudine di Pietro, capo degli apostoli. Ma i suoi atteggiamenti, costantemente e rigidamente sacerdotali, ieratici, non gli facevano da schermo al calore umano e anche all'entusiasmo, che traspaiono dai 96 Sermoni e dalle 173 lettere pervenuti fino a noi. In particolar modo le omelie ci mostrano il papa, uno dei più grandi della storia della Chiesa, paternamente dèdito al bene spirituale dei suoi figli, ai quali parla con linguaggio accessibile, traducendo il suo pensiero in formule sobrie ed efficaci per la pratica della vita cristiana.

Le sue lettere, dato lo stile colto, attento a certe cadenze effìcaci, danno la misura della sua ricca personalità. Spirito molto comprensivo e lungimirante, non si sofferma sui particolari di una questione dottrinale, e tuttavia egli è partecipe alla impostazione dogmatica del grave problema teologico trattato al concilio ecumenico di Calcedonia, voluto dall'imperatore d'Oriente per la condanna del monofisismo, che mette in questione la persona di Cristo.

La sua celebre Epistola dogmatica ad Flavianum, letta dai legati romani che presiedevano l'assemblea, fornì il senso e spesso le formule della definizione conciliare, creando così una effettiva unità e solidarietà con la sede di Roma, caso unico nella storia della Chiesa, da quel periodo fino a oggi. Leone è stato il primo papa a ricevere dai posteri l'epiteto di « magno », grande, non solo per le qualità letterarie e la fermezza con cui tenne in vita il decadente impero d'Occidente, ma per la solidità dogmatica che traspare dalle sue lettere, dai suoi sermoni e dalle orazioni,liturgiche dell'epoca in cui sono evidenti la sobrietà e la precisione tipicamente leonine.


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page