Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google
 

La vita, la leggenda, i miracoli dei Santi festeggiati ogni giorno secondo il Calendario Romano

CALENDARIO DEL MESE DI MARZO

Per la fede cattolica, "santo" è colui che sull'esempio di Gesù Cristo, animato dall'amore, vive e muore in grazia di Dio; in senso particolare è colui che in vita si è distinto per l'esercizio delle virtù cristiane in forma eroica o per aver dato la vita a causa della fede (i martiri). La Chiesa cattolica, attraverso un atto proprio del magistero del Papa, proclama santo una persona solo in seguito all'esito di un articolato procedimento detto canonizzazione.

17 Marzo San Patrizio vescovo


I dati cronologici dell'apostolo dell'Irlanda sono incerti. Patrizio sarebbe nato nella Britannia Maggiore, a Bannhaven Taberniae (un paese oggi non più rintracciabile sulle carte topografiche) nel 385 e sarebbe morto nel 461 presso Down, ribattezzata Downpatrick, nell'Ulster. La data del 17 marzo per la celebrazione della memoria è molto antica. S. Patrizio nacque nell'attuale Inghilterra e per un disegno provvidenziale venne catapultato nella vicina isola d'Irlanda, abitata da Celti e Scoti, ancora pagani. Cadde infatti prigioniero dei pirati, all'età di sedici anni, e fu portato di forza sui mercati irlandesi per esservi venduto schiavo. L'incontro con la futura patria di adozione fu dunque alquanto brusco, e altrettanto sgradito dovette essere il soggiorno, poiché tentò invano di fuggirne due volte; la terza volta, dopo sei anni, fu quella buona.

Sarebbe tornato in Irlanda non più come schiavo, bensì come banditore del vangelo. Intanto si preparò alla futura missione con severi studi teologici ad Auxerre, sotto la guida di S. Germano. Compì anche un lungo viaggio in Italia, visitando le isole del Tirreno dov'erano sorti fiorenti monasteri. Tornò quindi in Irlanda, inviatovi, secondo la tradizione, dallo stesso pontefice, nel 432, quale successore del primo vescovo, Palladio. Il buon esito della missione di S. Patrizio è da attribuirsi alla intelligente organizzazione che egli seppe creare in quest'isola, priva di centri cittadini e divisa in tante tribù o clan retti ognuno da un capo indipendente. Anzitutto egli seppe adattarsi alle condizioni sociali del luogo, formando un clero locale e piccole comunità cristiane in seno allo stesso clan, senza respingere usi e costumi tradizionali.

Mirò anzitutto alla conversione dei capi ben sapendo che l'esempio di questi sarebbe stato seguito immediatamente dai sudditi. Eresse in vari punti dell'Irlanda varie abbazie, divenute poi celebri, attorno alle quali si sarebbe coagulato l'embrione delle future città. Patrizio ebbe vita diffìcile con gli eretici pelagiani, che per comprometterne l'opera ricorsero perfino alla calunnia. Per discolparsi, Patrizio scrisse una Confessio, chiarendo che il suo lavoro di missionario era la semplice messa in atto di un comando divino e che la sua avversione ai pelagiani nasceva dall'assoluto valore teologico che egli attribuiva alla grazia. L'opera dell'infaticabile missionario diede eccellenti frutti nel tempo: lo dimostra la bella fioritura di santi irlandesi e il loro generoso attaccamento alla fede dei padri.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page